Terra e sassi lanciati di notte sulle auto, è allarme a Pianello Vallesina | | Password Magazine

Terra e sassi lanciati di notte sulle auto, è allarme a Pianello Vallesina

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

PIANELLO VALLESINA – Zolle di terra, sassi e mele sulle auto che passano, lanciati dai giardini adiacenti Villa Salvati. L’allarme arriva dai residenti di Pianello Vallesina: diverse le segnalazioni di chi, percorrendo via Trento di notte, avrebbe subito l’attacco. “Mio figlio è rientato ieri notte a casa con l’auto completamente sporca di terra – è la testimonianza di Maria Laura Rossi, residente a Pianello e molto nota nella comunità e nel mondo dell’associazionismo locale – In auto e con il finestrino aperto, percorrendo via Trento diretto verso il quartiere del Terrò (nei pressi della rotatoria per accedere alla SS76), si è visto arrivare addosso una manciata di terra che ha sporcato anche gli interni e procurato danni”.

Di lì la segnalazione al 112 anche se, di fatto, l’unica denuncia che è stata raccolta è per danneggiamento al parabrezza dato che non è stata rinvenuta traccia dei responsabili.  Un secondo episodio si sarebbe verificato sempre nella notte di ieri: un uomo, avendo subito “attacchi” dalla stessa postazione si sarebbe lanciato all’inseguimento di eventuali vandali, entrando con la macchina nei giardini Baden Powell. Purtroppo, anche in questo caso, nessun responsabile è stato individuato. C’è chi in paese sostiene si tratti di un gruppetto di minori che si riunisce la sera in quel punto. Probabilmente, ma questa è solo un’ipotesi, la baby gang farebbe scorta di terra, sassi e mele dai giardini di Villa Salvati, dove si accede tramite un foro fatto alla rete che separa le proprietà Salvati dai giardini Baden Powell.

Buco alla rete per accedere ai giardini privati della Villa

Poi il nascondiglio perfetto dietro la siepe che affianca la strada per lanciare terra e sassi contro le auto: se si effettua un sopralluogo nella zona, balzano subito gli occhi manciate di terra che arrivano fino all’altra parte della carreggiata, vicino al semaforo, all’incrocio con via San Pietro.

Tante le segnalazioni sui social di chi, nei giorni scorsi, avrebbe subito danni simili alle auto, mettendo in allerta del pericolo. “Oltre alle forze dell’ordine, ho già messo al corrente il sindaco di Monteroberto della situazione – fa sapere Maria Laura – Invito tutti coloro che hanno subito danni a denunciare l’accaduto alle autorità: si tratta di un “gioco” pericoloso che rischia di finire molto male”.

L’unica certezza, però, al momento, sono i danni all’auto della Rossi. Ed è ancora mistero su chi o cosa li abbia provocati.

Saranno le indagini dei Carabinieri a far luce sulla situazione.

Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.