The Tomorrow People, una nuova serie in arrivo | Password Magazine
Festival Pergolesi

The Tomorrow People, una nuova serie in arrivo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

Per gli amanti del genere fantascientifico è in arrivo la serie americana The Tomorrow people tratta da un’originale serie televisiva britannica. La trama, ancora in parte segreta, tratta della storia di alcuni giovani provenienti da tutto il mondo che rappresentano la fase successiva dell’evoluzione umana, ovvero in possesso di speciali poteri come la telepatia o il teletrasporto. Insieme, come ogni serie americana che tratta supereroi, devono sconfiggere le forze del male.

Il pilot di Tomorrow People è stato mostrato in anteprima al Comic-Con di San Diego il 17 luglio e ha ottenuto un’ottima accoglienza.

L‘ideatore è Phil Klemmer, già creatore di Veronica Mars, promette molte differenze con le passate serie inglesi andate in onda dal 1973 al ’79 e dal 2001 al 2007.

Il primo episodio ha come protagonista Stephen (Robbie Amell), un ragazzo in apparenza “normale” che si crede pazzo perché sente strani voci nella testa. All’improvviso Stephen viene rapito e portato in una metropolitana abbandonata dove scopre di far parte di una generazione (chiamata appunto Tomorrow people) dotata di superpoteri e gli verrà insegnato come usarli per il bene. Il cattivo di turno è il Dottor Price (Mark Pellegrino) capo del gruppo ULTRA, che cerca di eliminare tutti i giovani con poteri.

Poco c’è da dire sull’aspetto tecnico. Molti effetti speciali, che forse nascondono una trama trita e ritrita, ma sapientemente utilizzati in tutti i minuti. Ma la domanda è: si è forse esaurita la nostra capacità di “immaginare” il genere fantascientifico? Anche le serie TV, notoriamente favorite per la gestione temporale della trama, sembrano appiattite sulle stesse storie da decenni; sembra che l’aspetto narrativo sia stato surrogato da quello digitale e visivo. I vecchi cultori del genere non troveranno intrecci alla Asimov, forse qualche prevedibile colpo di scena presso l’epilogo, ma potranno godersi effetti ad alta definizione solo immaginabili, a patto di possedere una TV in HD ed un buon Home Theater.

Giuseppe De Lauri

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.