Banner Aprile IH Victoria

Topi d’appartamento beccati in flagranza, scatta l’inseguimento dei carabinieri: tre arresti

CHIARAVALLE – Continua la caccia dei Carabinieri della Compagnia di Jesi alle bande specializzate nella commissione di furti in appartamento.

Per questo motivo sin dalle prime ore di questa mattina veniva predisposto un servizio coordinato del controllo del territorio tra i comuni di Chiaravalle e Monte San Vito con il personale delle locali Stazioni e dell’Aliquota Radiomobile.

Verso le ore 11,00 odierne, alcuni cittadini segnalavano alla Centrale Operativa la presenza di due persone, un uomo e una donna, che bisbigliavano sotto le finestre di alcune palazzine nel centro di Chiaravalle, aggirandosi tra i portoni mentre provavano a forzare i portoni d’ingresso con un lungo arnese di acciaio.

Subito i militari impegnati nel predetto servizio si portavano nel luogo segnalato dai cittadini e giunti sul posto riuscivano a sorprendere i malfattori che si davano alla fuga a bordo di una ford focus S.W. guidata da una terza complice riuscendo verso le 12,00 successive, dopo un breve inseguimento, a intercettare lungo la provinciale in direzione Monsano l’autovettura.

Dal controllo emergeva che l’autovettura, non oggetto di furto, era guidata da una donna di 54 anni, mentre in qualità di passeggeri un uomo di 56 anni un’altra donna di 55 anni.

Immediatamente veniva eseguita una perquisizione veicolare e personale nel corso della quale venivano rinvenuti numerosi arnesi da scasso, chiavi lisce per le porte interne delle case, alcune torce e guanti da lavoro. Nel corso delle investigazioni successive, si aveva modo di appurare che precedentemente i soggetti avevano anche tentato un ulteriore furto.

Approfondendo le investigazioni, i carabinieri riscontravano elementi inconfutabili di responsabilità nella commissione dei tentativi di furto commessi poco prima e pertanto traevano in arresto i predetti soggetti per tentato furto in concorso, trattenendoli presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata di domani.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.