Torna il Festival Ambarabà: 30 spettacoli sotto le stelle in 12 comuni | Password Magazine
Banner4Baffi

Torna il Festival Ambarabà: 30 spettacoli sotto le stelle in 12 comuni

JESI –  Torna il teatro dedicato ai più piccoli. Dopo i mesi di lockdown riparte il cartellone di Ambarabà, il festival di Teatro Ragazzi e di Figura che giunge questa estate alla 22esima edizione, con 12 comuni in rete, 3 in più rispetto all’edizione 2019. La rassegna è firmata nella direzione artistica e organizzativa da ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, e dal 7 luglio al 13 agosto porterà 30 spettacoli sotto le stelle di Arcevia, Corinaldo, Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Montemarciano, Monte Roberto, Ostra, Senigallia, Serra De’ Conti, Staffolo, Trecastelli.

«C’era una grande voglia di riprendere  – sono le parole di Fabrizio Giuliani, presidente ATGTP  -, l’aspetto importante della nostra proposta sarà che si ripartirà proprio dai bambini, rimasti isolati e dimenticati durante il lockdown».  La magia del teatro, dopotutto, rappresenta oggi ancora più di prima un’insostituibile occasione per crescere e stare insieme: «Ben 12 i comuni del nostro territorio che hanno voluto esserci, dimostrando una forte motivazione a sostenere un progetto culturale dove l’infanzia sia l’indiscussa protagonista – aggiunge Marina Ortolani della direzione – Il teatro è uno dei linguaggi e degli strumenti più adeguati per fare comunità».

Il Festival inaugura martedì 7 luglio alle ore 21.30 a Corinaldo, in Piazza Il Terreno, con lo spettacolo “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura”, della compagnia ATGTP, e prosegue con un cartellone ricco di proposte, tra burattini, teatro d’attore e teatro di figura. Forte la presenza di compagnie marchigiane.

«Il teatro che riprende è una bella notizia – aggiunge il direttore artistico Simone Guerro -. Abbiamo fatto scelte artistiche che privilegiano il tema della ripartenza, incontreremo tante cose dal punto di vista del linguaggio ma non solo».

In programma, spettacoli per divertirsi e anche, a volte, per emozionarsi insieme, come nel caso di “Mattia e il nonno” (15 luglio, Senigallia, Cortile Pascoli), migliore spettacolo dell’anno all’Eolo Awards 2020, l’Oscar italiano del Teatro ragazzi, un lavoro delicato che si lega in maniera inattesa al periodo attuale: al centro della drammaturgia è infatti il tema del distacco da una generazione, quella dei nonni, che è stata purtroppo tanto colpita dall’emergenza sanitaria dei nostri giorni.

Novità dell’edizione 2020 sarà l’Onda Parata a Jesi, il 28 e il 29 luglio, due spettacoli “covid free” ubicati nei cortili di Jesi (uno nel quartiere San Giuseppe e l’altro in zona Salvator Allende) in cui gli spettatori sono invitati a restare a casa e ad affacciarsi dal balcone o dalle finestre perché sarà il teatro a giungere direttamente… da loro. Un furgone arriva, i personaggi escono con un susseguirsi di gag e costruiscono lo spettacolo grazie al coinvolgimento degli spettatori alle finestre.

Importante è la presenza nel festival Ambarabà della città di Senigallia, in vari spazi all’aperto, con i 7 spettacoli inseriti nel cartellone di “Baracche e burattini… in cortile”, in collaborazione con la compagnia Teatro alla Panna.

Info sul cartellone e biglietti al sito.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.