Torneo della Marca: centinaia di Arcieri medievali pronti ad "invadere" Jesi | Password Magazine

Torneo della Marca: centinaia di Arcieri medievali pronti ad “invadere” Jesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Ci siamo quasi, domani, domenica 29 settembre, arriverà la tappa 2019 del Torneo della Marca, con centinaia di arcieri da 18 comuni pronti ad invadere Jesi. Una vittoria per l’Ente Palio San Floriano, organizzatore, e per la città aggiudicarsi questa edizione.

Così l’associazione di rievocazione storica: “Il Torneo della Marca, una delle più importanti competizioni italiane di tiro con l’arco storico, è giunto alla sua 15ª edizione e si disputerà  nella città natale di Federico II. È stato infatti l’ Ente Palio San Floriano ad aggiudicarsi la tappa 2019, dopo un lungo lavoro di promozione del nostro territorio. Domenica 29 settembre saranno circa 240 gli arcieri, da 18 Comuni diversi, insieme ad altri 100 accompagnatori.

La gara sarà composta da due fasi. Le eliminatorie della mattina, che si terranno per le vie del centro storico, e le finali pomeridiane in Piazza Baccio Pontelli. Nel mezzo, una pausa pranzo presso il Circolo Cittadino e  un corteo di arcieri che, dall’ex appannaggio, intorno alle 15.00, proseguirà lungo Corso Matteotti per scendere poi in direzione Torrione del Mezzogiorno. In conclusione, dopo le premiazioni, andrà in scena un grande spettacolo di fuoco per il pubblico ad opera dei Fuochi Fatui. Speaker in abito medievale, Selena Abatelli.

L’evento è realizzato con la collaborazione di C.S.I., Elettrocentro e Circolo Cittadino, con il patrocinio del Comune di Jesi, il logo di Jesi Città Regia e godrà di un adattamento dell’imponente piano sicurezza messo in piedi durante il Palio di San Floriano 2019″

“È una grandissima occasione per la nostra associazione organizzare questo prestigioso torneo” – esordisce Emanuel Santoni, presidente dell’Ente Palio – “Un’occasione importante di gemellaggio tra comuni che partecipano al torneo, utile per future collaborazioni”.

E mentre, nel cuore del centro storico, i soci dell’associazione stanno preparando i bersagli, iniziano già ad arrivare alcuni arcieri da fuori, giunti in città il giorno prima per visitare i principali punti d’interesse di Jesi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.