Torre Erap, lo sgomento dei residenti: «Ci stanno togliendo tutto il verde che abbiamo»

JESI –  Cresce il fermento nel Quartiere di San Giuseppe, non solo per l’avvio del cantiere per la costruzione della Torre Erap, ma soprattutto per l’abbattimento di numerose piante e alberi avvenuto oggi pomeriggio nell’area circoscritta ai lavori in corso, che riguarda il parcheggio di Via dei Mugnai e che si estende fino al Parco Granita.

Alberi dichiarati oltretutto protetti, a detta dei cittadini che, con sgomento e sdegno, osservano il procedere delle operazioni: in diversi sono accorsi al cantiere per filmare e documentare quanto stava accadendo. Numerose le persone che, contrarie alla costruzione della Torre Erap, hanno dichiarato: “Ci stanno togliendo tutto il verde che avevamo”. I cittadini del quartiere erano rassegnati, seppur contrari, all’avvio del cantiere, ma non allo sradicamento degli alberi, al posto dei quali, sostengono, verrà costruita una rampa per accedere ai parcheggi che saranno sottostanti il “mostro di cemento”.

Il clima intorno al cantiere è dunque di tensione, come dichiarato anche ieri dal Coordinamento “No Torre Erap”, che aveva richiesto un incontro pubblico per essere messo al corrente dello stato di avanzamento dei lavori, e avere anche delucidazioni sulla quale sarebbe stata la sorte degli alberi presenti nell’area cantieristica: la risposta è quantomeno arrivata, seppur in una maniera spiacevole ed esplicita.

 

A cura di Giovanna Borrelli

1 Commento su Torre Erap, lo sgomento dei residenti: «Ci stanno togliendo tutto il verde che abbiamo»

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*