Torre Erap, PD Jesi: “A che scopo incontro pubblico se decisioni già prese?”

JESI –  Torre Erap San Giuseppe: un incontro pubblico per confrontarsi o per esibire decisioni già prese? Questo l’interrogativo che si pone il PD di Jesi in vista dell’assemblea aperta ai cittadini ed indetta dal Comune per questa sera al Palazzo dei Convegni.

“Apprendiamo dalla stampa che il sindaco Bacci avrebbe invitato esponenti PD delle passate amministrazioni all’incontro pubblico di stasera sul progetto della torre Erap di via Tessitori – si legge in una nota stampa inviata dalla segreteria del PD – Non è pervenuto ad oggi nessun invito a questa segreteria, né ad altri rappresentanti del PD locale, ma parteciperemo comunque all’incontro. Per ascoltare, se ce ne saranno, le soluzioni che il sindaco Bacci intende attuare in merito a questo progetto tanto inviso ai residenti del quartiere S. Giuseppe”.

Per i cittadini del quartiere, infatti, la torre di 7 piani, sacrificherebbe un’altra area verde importante in una zona del proprio territorio già ampiamente urbanizzata soprattutto considerando l’enorme quantità di appartamenti sfitti esistenti in città.

 Il PD fa una puntualizzazione: “Non vorremmo però che l’incontro di stasera sia, come al solito, una comunicazione di quanto è già stato deciso nel Palazzo, senza possibilità di confronto tra l’Amministrazione comunale e la cittadinanza. Risulta infatti che le ruspe sono già pronte a partire a fine estate per dare il via ai lavori del palazzone di via Tessitori: se tutto fosse già deciso, che senso avrebbe l’incontro di stasera?”.

E infine. “Speriamo che, dopo le pressanti richieste della cittadinanza a ricontrattare il progetto con l’Erap, l’esposizione di questa sera non sia solo la comunicazione che nulla è cambiato rispetto al primo progetto approvato da Bacci. Se saranno esposte e discusse soluzioni alternative, saremo lieti di intervenire e integrare le richieste della cittadinanza. Se invece il progetto voluto da Bacci rimarrà invariato nella sostanza, il Sindaco, di fronte ai cittadini, se ne assuma una volta tanto la responsabilità politica”.

Segreteria PD Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*