Travolto dal treno in corsa, muore papà di tre figli | Password Magazine

Travolto dal treno in corsa, muore papà di tre figli

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Stefano Stronati in una foto pubblicata oggi sulla pagina Facebook di Playa Solero

ANCONA – Travolto ed ucciso dal treno in corsa, a Palombina: si spezza così la vita di Stefano Stronati, 48 anni, anconetano residente da anni a Jesi. Gli ultimi attimi trascorsi in compagnia della fidanzata, poi lei si era addormentata in auto, lasciata nel parcheggio della stazione, e lui invece aveva deciso di sedersi su quella maledetta banchina. Non sono serviti i due allarmi lanciati dal macchinista: il predellino del treno lo ha afferrato e il violento impatto lo ha fatto volare fino a cinquanta metri di distanza. Il corpo irriconoscibile è stato identificato solo grazie al ritrovamento del cellulare della vittima da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria.

Stefano lavorava come operaio e proprio questa mattina avrebbe dovuto iniziare una nuova esperienza di lavoro a Perugia. Saltuariamente aiutava i proprietari dello stabilimento balneare Playa Solero. Lascia tre figli: due sono giovani ragazze e uno ancora molto piccolo.

Saranno determinanti le immagini delle telecamere della stazione per ricostruire il tragico incidente avvenuto intorno alle 19.50 di ieri sera, avvalorando l’ipotesi di una fatalità anche se non è ancora escluso del tutto che si sia trattato di suicidio. Eppure amici e conoscenti lo descrivono come una persona solare, sempre con la battuta pronta, capace di strappare a tutti un sorriso. Oggi sulla bacheca Facebook del Playa, i gestori hanno dedicato a lui un ultimo pensiero : “Troppo dolore”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.