Trovata morta insieme al cane, le cause del decesso rivelate dall’autopsia

CAMERATA PICENA – Elisa Ameli è morta per un arresto cardiaco. È quanto emerso dall’esame autoptico sulla salma della 71enne trovata senza vita venerdì, in via Croce, a Camerata Picena. Un decesso avvenuto dunque per cause naturali per l’anziana che soffriva già di alcune patologie. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la donna era uscita di casa con il cane la sera prima per andare a gettare via fiori ed erbacce al canneto che si trova in quella scarpata di via Croce. Poi si era sentita male ed è morta vicino al fosso dove la mattina seguente è stata ritrovata dal genero.

Resta un mistero invece il decesso del cagnolino, Ringo, un meticcio di 10 anni, trovato anche lui senza vita non molto distante dal corpo della padrona. Una circostanza che aveva inizialmente portato a pensare a una morte violenta di entrambi avvenuta per un investimento ma i primi accertamenti condotti dai carabinieri di Jesi avevano portato ad escludere tale ipotesi, non essendoci né sulla strada né sui corpi segni che avvalorassero questa pista. Il medico legale che ieri ha eseguito l’autopsia sul corpo della donna, incaricato dalla Procura, non ha disposto accertamenti sul cagnolino. Forse è morto anche lui, straziato dal dolore, dopo il decesso della padrona? O è avvenuto il contrario? Domande che, al momento, restano senza risposta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*