TV in arrivo per i reparti di isolamento del Carlo Urbani di Jesi | Password Magazine

TV in arrivo per i reparti di isolamento del Carlo Urbani di Jesi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Box Terapia intensiva
Box di terapia intensiva al Carlo Urbani di Jesi. Immagine di repertorio

SERRA SAN QUIRICO –  «Arriverà una cura per salvare finalmente la vita delle persone e la scienza ci regalerà presto un vaccino per metterci alle spalle questa terribile malattia. Presto o tardi, quindi, sconfiggeremo anche questa epidemia. Egoismi e indifferenza, invece, sono spesso sono molto più difficili da combattere, al di là dei proclami e dei facili entusiasmi da social». Partendo da queste considerazioni, l’Associazione Culturale Salnitro, operante da qualche anno a Serra San Quirico, ha deciso di dare un piccolo ma fattivo contributo. E di darlo, come fatto sempre nelle attività ed iniziative promosse fino ad oggi dai salnitrai serrani, a favore del territorio. Il Consiglio Direttivo ha infatti deciso di dirottare i fondi originariamente destinati ai premi del tradizionale Concorso Letterario per Giovani Scrittori all’Ospedale “Carlo Urbani” di Jesi per acquistare televisioni destinate ai nuovi reparti di isolamento Covid19. I ricoverati per coronavirus non solo devono infatti combattere la malattia, ma anche la solitudine: giornate interminabili piene di paura, senza visite dei propri cari, senza contatti. L’iniziativa di Salnitro vuole provare ad alleviare questo peso e a rendere meno tristi quelle lunghe giornate, nell’attesa che tutto finisca per il meglio.
All’appello hanno subito aderito con entusiasmo lo scrittore Vittorio Graziosi, il musicista Giovanni Brecciaroli e l’attore Antonio Lucarini, che stavano collaborando con l’associazione per una raccolta fondi per il restauro di un polittico di terracotta cinquecentesco nella parrocchia di San Quirico e che si sono resi disponibili a reindirizzare i fondi a favore dell’Ospedale.

A breve si procederà con l’acquisto e l’invio delle tv presso il nosocomio jesino, ma, per chi ne avesse l’intenzione, si può ancora donare una qualsiasi somma o offrire direttamente un televisore grazie ad un contributo di 150 euro. Chi fosse interessato può scrivere a salnitroserra@gmail.com, alla pagina FB “Associazione Culturale Salnitro” o via WhatsApp al 3346395768. Alle volte basta poco per dare un significato concreto alla parola solidarietà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.