Banner Aprile IH Victoria

Udi Jesi sostiene la proposta di legge regionale sulla doppia preferenza di genere

JESI – L’UDI (Unione donne in Italia) di Jesi  sostiene l’approvazione della  proposta di legge che intende colmare il divario che esiste in politica come nella maggior parte della vita pubblica ma anche privata  tra uomo e donna.

Il 15 ottobre l’Assemblea legislativa delle Marche discuterà la  proposta di legge36/2016 sulla doppia preferenza di genere (possibilità di esprimere se si vuole un doppio voto per una donna e per un uomo) .

«A due anni dall’approvazione da parte della Giunta Regionale della proposta di legge è necessario che anche le Marche si adeguino alla normativa nazionale ( legge 20/2016) – fa sapere l’UDI Jesi -. Le donne, pur essendo presenti in ogni ambito della società civile, nel mondo del lavoro, dell’associazionismo, dell’impresa, della ricerca, continuano a non trovare la giusta rappresentanza e il riconoscimento  che meritano nelle istituzioni. Il riequilibrio di genere ad oggi spostato per  oltre il 70% a favore del genere maschile (25 consiglieri e 6 consigliere donne) costituisce per le donne marchigiane  un obiettivo non rinviabile. L’UDI ha sempre interpretato e sostenuto  con azioni concrete le battaglie fondamentali per l’emancipazione , i diritti e l’autodeterminazione delle donne. L’ applicazione dell’art. 51 della Costituzione è un obiettivo che l’UDI sta portando avanti per una democrazia paritaria che è alla base di una democrazia moderna dove donne ed uomini partecipano in posizione di uguaglianza  nelle assemblee elettive e nei luoghi decisionali. Una rappresentanza dell’UDI Jesi sarà presente all’assemblea legislativa regionale per sostenere l’approvazione della proposta di legge sulla Doppia preferenza di genere».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.