Anche al Carlo Urbani, percorsi chirurgici per contrastare l'obesità | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Anche al Carlo Urbani, percorsi chirurgici per contrastare l’obesità

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Nasce a Jesi un ambulatorio per contrastare con la chirurgia bariatrica l’obesità: per fare prevenzione e informazione, l’Asur Marche, l’Area Vasta 2 e il Comune di Jesi hanno organizzato il convegno “Obesità: un nuovo percorso sanitario e sociale”.

Grazie alla sinergia tra Asur Marche, Area Vasta 2 e il Comune di Jesi, nella nostra città è nato un ambulatorio che effettua visite per persone in stato di obesità o sovrappeso: la chirurgia bariatrica è da aggiungere alle specialità dell’ospedale “Carlo Urbani”. Dopo un’indagine sul territorio per capire se il bisogno di un servizio di questo genere fosse veramente necessario, i numeri che si sono raccolti hanno dato una risposta certa: l’obesità sta diventando un grave problema anche in Italia e nella regione Marche si stima che l’8% della popolazione sia obesa e il 34% in sovrappeso.

Per sensibilizzare la comunità a questa patologia, i suddetti enti hanno organizzato un nuovo convegno dal titolo “Obesità: un nuovo percorso sanitario e sociale” che si terrà sabato 29 alle 17 nelle sale del Palazzo dei Convegni. “L’incontro è stato pensato per illustrare che cosa significhi chirurgia bariatrica, cosa prevede il percorso che precede l’intervento e quello che lo segue, ma anche tutte le varie reazioni del paziente a livello psicologico – commenta l’assessora alla sanità Maria Luisa Quaglieri – è importante perché purtroppo l’età in cui si sviluppa la patologia si sta drasticamente abbassando, si parla di età tra i 10 e i 12 anni”.

Si tratta di un fiore all’occhiello per l’area vasta 2, e nell’ospedale di Jesi si sono visti soddisfatti tutti i requisiti che il progetto richiedeva ed era presente la maggior parte delle figure professionali necessarie. “Si parla di un progetto che coinvolge il paziente a 360° perché lo si segue da prima dell’operazione con screening e approfondimenti, e a seguire con il follow-up – spiega il Direttore della chirurgia dell’ospedale “Carlo Urbani” Dott. Roberto Campagnacci  – ma anche con un supporto psicologico e nutrizionale attraverso specialisti del settore”.

Al convegno interverranno il Direttore dell’area vasta 2 Maurizio Bevilacqua; la direttrice della direzione medica dell’Ospedale “Carlo Urbani” Virginia Fedele che parlerà dei “requisiti di un centro per la cura chirurgica dell’obesità: studio di fattibilità”; il direttore del dipartimento Salute Mentale Area Vasta 2 Massimo Mari che parlerà di “obesità e il suo trattamento nella prospettiva della salute mentale”; il direttore Anestesia Terapia Intensiva Analgesia del “Carlo Urbani” Tonino Bernacconi che parlerà del “ruolo dell’anestesista rianimatore dell’equipe della chirurgia dell’obesità” e il direttore della Chirurgia del “Carlo Urbani” Roberto Campagnucci che parlerà di “quando e cosa può fare la chirurgia per risolvere il problema della grande e grave obesità”.

“Si tratta di una chirurgia salvavita – commenta la dott.ssa Virginia Fedele – e poterlo fare a Jesi con delle eccellenze del territorio a costo zero, poiché è tutto spesato dal servizio sanitario nazionale, credo sia un traguardo di cui andare fieri”.

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.