Un nuovo grande PalaScherma all'Ex Sadam

JESI – Un nuovo grande palazzetto della scherma all’ex Sadam con almeno 20 pedane, spogliatoi, tribuna per il pubblico con adeguata capienza, nonché servizi accessori quali residenze temporanee per atleti e maestri, mensa e punto di ristoro.

È l’obiettivo che si sono posti Comune di Jesi, Club Scherma ed Eridania Sadam – con il sostegno della Banca Popolare di Ancona sponsor della società – che sarà formalizzato in un protocollo di intesa rispetto al quale oggi la Giunta ha dato il proprio via libera.

Si apre una nuova pagina per la scherma di Jesi, nel solco di una straordinaria tradizione e con l’obiettivo di consolidare il ruolo di eccellenza conquistato dalla scuola fondata dal maestro Ezio Triccoli.

In questo scenario con il Protocollo di intesa, oltre alla progettazione della struttura vi è anche l’impegno ad elaborare un piano di management sportivo che, partendo dall’esperienza del Club, da un bemchmark nazionale ed internazionale e dall’eventuale coinvolgimento di soggetti qualificati come la Federazione Nazionale della Scherma, l’Istituto per il Credito Sportivo, delinei un piano gestionale degli spazi sportivi, valuti l’eventuale utilità di spazi accessori funzionali al centro, verifichi la fattibilità di ulteriori azioni di sviluppo e partnership, completando poi l’analisi con il relativo business plan. Il piano di management potrà inoltre considerare la fattibilità di attività connesse alla schema quali la ricerca di sponsorship e finanziamenti. Oltre a ciò con il protocollo si delinea uno studio per la valorizzazione del brand della scherma, quale segno di riconoscibilità del nostro territorio a livello internazionale, con l’obiettivo di attrarre soggetti, azioni e mezzi che possano contribuire a consolidare tale eccellenza.

In forza del protocollo – che dovrà essere formalizzato dagli altri soggetti prima della presentazione ufficiale in forma congiunta – ognuno avrà un proprio specifico ruolo. In particolare il Comune coordinerà la cabina di regia, definirà l’accordo di gestione con il Club Scherma Jesi e l’utilizzo della sede di via Solazzi riconoscendone il valore simbolico di “Casa della Scherma” rispetto alla quale si dovrà valutare il successivo miglior uso che conservi comunque la memoria. Eridania Sadam si farà carico della progettazione preliminare e del piano di management, mentre il Club Scherma supporterà, in forza della sua esperienza, gli altri due Enti sia nella progettazione che nel piano di management che in quello di valorizzazione del brand, assicurando il raccordo con gli Enti sportivi superiori e il coinvolgimento dei campioni del Club in un progetto di comunicazione.

Considerato che il protocollo in questione è finalizzato ad una verifica propedeutica della percorribilità dell’ipotesi progettuale di realizzazione del nuovo palazzetto della scherma all’ex Sadam e del relativo piano di management, gli aspetti finanziari si conosceranno solo al termine di tale fase e sarà possibile stabilire gli impegni di ciascuno.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*