Una giovane jesina nel Consiglio nazionale di Archeoclub | Password Magazine

Una giovane jesina nel Consiglio nazionale di Archeoclub

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Una giovane jesina nel Consiglio nazionale di Archeoclub. Si chiama Chiara Grassetti, 27 anni, già socia dell’Archeoclub di Jesi. Le elezioni si sono svolte un mese, su piattaforma Eligo: una giornata importante per l’associazione che, proprio quest’anno celebra il 50 anniversario della fondazione avvenuta appunto nel 1971 ad opera di personalità del calibro di Augusto Romolo Staccioli, Massimo Pallottino, Gianfranco Paci e Francesco Berni, solo per citarne alcuni.

L’Archeoclub, in tutti questi anni, ha onorato la vita culturale della nazione e dei territori dove le sedi locali si sono spese nella difesa e valorizzazione delle testimonianze del passato.

«Questa premessa – sono le parole della presidente della sezione jesina Mariacristina Locatelli – mi consente di esprimere la mia più viva soddisfazione nel constatare che l’opera meritoria dell’associazione continua ed anzi è incrementata e modernizzata: i risultati di queste elezioni, infatti, sono davvero significativi poiché accanto a Consiglieri Nazionali già noti e, vorrei dire, storici, necessari al mantenimento della continuità, ne sono stati scelti anche alcuni più giovani, capaci di adeguarsi alle nuove sfide, anche tecnologiche, irrinunciabili oggi per rendere efficace l’opera di protezione dei beni culturali e ambientali tanto preziosi anche alla nostra economia nazionale».

Presidente Nazionale è Rosario Santanastasio, cinquantenne, geologo, subacqueo, geoarcheologo. Quello poi che riguarda direttamente la sede Archeoclub di Jesi è la nomina della più giovane Consigliera Nazionale, la socia jesina Chiara Grassetti di soli 27 anni. Chiara, laureata in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali presso l’Università di Bologna, già da studentessa liceale ha partecipato a numerose iniziative promosse dalla nostra sede come i campi-scuola nel Parco Archeologico della città romana di SUASA; ha inoltre collaborato come guida durante la manifestazione nazionale Chiese aperte.

«Siamo orgogliosi di vedere che la sua candidatura ha ottenuto ben 91 voti sui 200 espressi dalle sedi di tutta l’Italia – fa sapere la Locatelli -. Già in queste prime fasi, Chiara sta collaborando attivamente su incarico e in accordo col presidente Santanastasio ad alcuni interessanti progetti. Siamo certi che saprà farsi onore contribuendo a rendere ancora più efficace l’azione dell’Archeoclub d’Italia non solo a livello territoriale ma certo anche a livello Nazionale. Auguri affettuosi, Chiara, e buon lavoro!».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.