Una Jesi che dona brilla sul palco di Buonasera Marche Show – Christmas Edition | | Password Magazine

Una Jesi che dona brilla sul palco di Buonasera Marche Show – Christmas Edition

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – “Jesi dona!” può forse essere la frase di sintesi della serata di ieri, sul palco di Buonasera Marche Show- Christmas Edition. Il talk show itinerante, condotto dal giornalista Maurizio Socci, è giunto alla tappa jesina. Sul palco i campioni ed i rappresentanti della cultura, dello sport, dello spettacolo, della tradizione e soprattutto, della solidarietà: ospiti speciali della serata sono stati infatti gli abitanti di Arquata del Tronto, città colpita dal sisma lo scorso Agosto e rappresentati sul palco dal Vice- Sindaco.

La serata di ieri è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente “Jesi in progress”, un progetto realizzato in collaborazione con Nomisma e Regione Marche, con l’ambizioso obiettivo di proiettare la città di Federico II verso il futuro: sono stati presentati le nuove realtà del Museo Archeologico e del Museo Stupor Mundi, dedicato appunto a Federico II. La migliore occasione quindi, parlando di futuro, per far parlare e rendere protagonisti anche chi lo rappresenta, ovvero i bambini dei vari Istituti Comprensivi Jesini, che hanno letto le “letterine” destinate a Babbo Natale e rivolte anche al Sindaco Massimo Bacci, affettuosamente rinominato da Maurizio Socci “l’aiutante di Babbo Natale”, tramite le quali sono emerse le richieste più diverse: dalla risistemazione della propria scuola a quella del manto stradale della città, fino al desiderio di poter vivere sempre meglio in una città che sia “gentile”, con una poesia realizzata in dialetto jesino dai bambini.

Lo spirito solidale e gentile di Jesi ha preso poi forma, grazie alla presentazione dei progetti di mecenatismo moderno di Art Bonus per finanziare la restaurazione di opere d’arte e culturali, e anche grazie alla donazione solidale da parte del supermercato Iper Simply, che ha messo a disposizione un bancale di materiale didattico destinato alle scuole di Arquata del Tronto.

Una realtà, quella della solidarietà, raccontata in prima persona anche da Selena Abatelli, da anni conosciuta per la creazione del Dream Day, che ha raccontato con visibile emozione come “donare faccia star bene”.

Donare fa star bene e, in una serata come quella di ieri, ha alleggerito i cuori e divertito: ad intervallare i vari ospiti saliti sul palco infatti ci sono state varie esibizioni da parte della compagnia Corale di Brunella Maggiori, dalla componente degli Armati del Palio di San Floriano, dal maestro della Zampogna Giulio Piccioni, dalla compagnia Musicale Val Folk e dall’intervento sul palco dei piccoli e grandi campioni dell’Aurora Basket Jesi.

 

A cura di Giovanna Borrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.