Uniti per Castelbellino, la replica del consigliere Basili alla minoranza | Password Magazine

Uniti per Castelbellino, la replica del consigliere Basili alla minoranza

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO –  «Non sono uso a rispondere a polemiche che lasciano sempre il tempo che trovano, ma questa volta ho il dovere di farlo in quanto chiamato in causa». Così Rossano Basili,  vicecapogruppo della maggioranza Uniti per Castelbellino e uno dei firmatari dell’interrogazione discussa durante il Consiglio comunale del 27 novembre, replica alle dichiarazioni di RitroviAmo Castelbellino apparse sulla stampa.

«Ho appreso da alcuni organi di stampa delle lamentele del gruppo consigliare di minoranza circa l’interrogazione, che mi vede primo firmatario, volta a conoscere le decisioni del TAR Marche in merito al ricorso per l’annullamento del Consiglio Comunale del 25 maggio scorso (e non solo), presentato da alcuni componenti dello stesso gruppo – sono le parole del consigliere – Nel merito, unisco l’interrogazione di cui sopra in modo che sia chiaro a tutti quale è l’oggetto del contendere e in modo che ognuno possa constatare che non vi è nessun riferimento personale, come erroneamente (?) affermato dalla minoranza.

É invece un atto politico che la maggioranza che rappresento, come vicecapogruppo, aveva il diritto/dovere di chiedere, visto il tentativo dell’opposizione di affossare un intero consiglio comunale.
La risposta del Sindaco è stata precisa e puntuale: Il TAR si è pronunciato circa l’istanza di sospensiva dell’efficacia delle delibere di cui al ricorso della minoranza rigettandola.
Naturalmente, ribadisco i giudizi espressi nell’interrogazione verso la condotta della minoranza, soprattutto le accuse che la considerano “scriteriata e irriverente”, non vedo, infatti, quale altro aggettivo avrei potuto usare per esporre la condotta di chi sperpera i soldi dei contribuenti per operazioni fuori da ogni logica, e poi le accuse di falsità, relative al tentativo di farsi passare come vittime di insulti che non ci sono mai stati e mai ci saranno, almeno per quanto riguarda la maggioranza di “Uniti per Castelbellino”, mentre quelle dell’opposizione, a giudicare di quanto scritto sulla stampa, sono davvero poco rispettose nei riguardi del Sindaco e dell’intero Consiglio Comunale.

Anche noi, prima di essere consiglieri siamo cittadini, uomini, donne, mamme, fratelli, sorelle e perfino nonne e nonni, credo che un po’ di rispetto ci sia dovuto soprattutto per questo.

Non entro, invece, nel merito di quanto affermato dal Consigliere regionale Carlo Ciccioli, mi limito a constatare che quando, ad inizio legislatura, affermavo che questa opposizione è quella più a destra che il Comune di Castelbellino abbia mai avuto dal dopo guerra in poi, avevo colto nel segno».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.