Università di Jesi, in arrivo nuovo corso di laurea | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Università di Jesi, in arrivo nuovo corso di laurea

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – L’Università di Macerata e la Fondazione Colocci hanno rinnovato la convenzione che lega i due enti per la gestione a Jesi dei corsi universitari del Dipartimento di Giurisprudenza. La firma dell’atto è stata il 12 giugno, dal Rettore dell’ateneo marchigiano, prof. Luigi Lacchè, e dal presidente della Fondazione Angelo Colocci, prof. Gabriele Fava, che proprio nella sede di via Angeloni hanno siglato l’intesa tra le parti, pattuendo di prolungare il sodalizio per altri dieci anni.

La collaborazione tra Università e Fondazione, originariamente istituita nel 1996, prevede oggi “l’erogazione della didattica dei corsi di laurea in Scienze giuridiche applicate L-14 (corso triennale) e Scienze dell’amministrazione pubblica e privata LM-63 (corso biennale specialistico) a Jesi per il periodo relativo all’anno accademico 2014/2015 e fino all’anno accademico 2024/2025, assicurando l’impiego di corpo docente, collaboratori ed esperti esterni incaricati di svolgere attività seminariali e di approfondimento tematico nell’ambito delle attività didattiche curriculari prescritte”.

“Questo – commenta il prof. Fava – è un momento di grande soddisfazione per noi e di notevole importanza per la città, perché rappresenta a tutti gli effetti un’attestazione al merito per il lavoro svolto in 20 anni di attività. Un lavoro che, nonostante le difficoltà incontrate lungo il cammino, ci ha visti eccellere nella qualità dei servizi erogati. Non a caso, grazie ai consensi ottenuti sul campo, oggi abbiamo concordato un periodo così lungo di collaborazione”.

La convenzione mette l’accento anche sul ruolo del corpo accademico: a Jesi sarà infatti presente una sezione dipartimentale, che avrà lo scopo di offrire ai docenti e ai ricercatori universitari l’opportunità di coordinare l’attività didattica e scientifica. La struttura promuoverà iniziative rivolte al territorio in termini di studio di sistemi e servizi, con particolare attenzione ai rapporti nazionali ed internazionali e alla creazione di contatti che possano prevedere anche l’attivazione di progetti in grado di attrarre risorse finanziarie. A margine di ciò, l’Università e la Fondazione Colocci collaboreranno nell’organizzazione di master, corsi di perfezionamento e di formazione in materie giuridiche ed economiche in conformità con gli obiettivi previsti dagli indirizzi di laurea attivi.

“La nostra presenza sul territorio con questa convenzione è marcatamente rafforzata – sottolinea Fava –. Del resto il forte consenso che abbiamo riscosso quest’anno ci aveva già attribuito un ruolo di massima evidenza: 187 sono infatti i nuovi studenti che hanno scelto i nostri corsi quest’anno, ben 92 in più rispetto allo scorso anno accademico. Dei nuovi iscritti, 146 si sono indirizzati verso il triennio in Scienze giuridiche applicate, 39 verso il nuovo biennio specialistico in Scienze dell’amministrazione pubblica e privata e 2 sono state le iscrizioni ad insegnamenti singoli.  Se si pensa che un indirizzo triennale e la specialistica erano di nuova attivazione e che siamo una sede distaccata, si tratta di un record che ha superato ogni più rosea aspettativa”.

Un record che si conta di bissare il prossimo anno, grazie all’attivazione di un nuovo indirizzo di laurea triennale: si tratta del Consulente per i trasporti, che andrà ad affiancare i già consolidati Operatore giudiziario e criminologico, Consulente per il lavoro e Scienze dell’amministrazione: “Il nuovo piano di studi – spiega il Presidente della Colocci – assorbe l’indirizzo in Consulente per l’impresa attivo negli scorsi anni e rende le competenze del laureato ancora più specifiche per il nostro territorio, vista la presenza di porto, aeroporto e interporto in zona. Del resto il nostro obiettivo primario è quello di aggiornare l’offerta universitaria in modo che sia sempre in linea con la richiesta di mercato e possa costituire una carta curriculare vincente da impiegare subito nel mondo del lavoro”.

Gli indirizzi di laurea più “quotati” del 2014-15? Relativamente al triennio l’Operatore giudiziario e criminologico con 69 iscrizioni, mentre per il biennio il Public Law (amministrazione pubblica) con 29 matricole. La provenienza degli iscritti testimonia un forte radicamento nel territorio: il 75% circa degli universitari risiede nella provincia di Ancona (di questi quasi la metà nella Vallesina), il 20% nelle altre province marchigiane, il restante fuori regione. Si sta lavorando per la costituzione a Jesi di uno studentato che accolga ed ospiti in città gli studenti fuori sede più meritevoli. Le iscrizioni si apriranno ufficialmente il prossimo 1° agosto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.