Un’opera dell’artista jesino Giorgio Rocchegiani al Quirinale in dono a Mattarella

JESI – Giorgio Rocchegiani, il creatore della tecnica artistica basata sull’intaglio di steli di fiammiferi, da Mattarella.

Già perché un’opera del talentuoso jesino giungerà presto al Quirinale, quale dono per il presidente della Repubblica. Dopo i tanti successi riscossi ovunque, dopo che una sua mostra ormai permanente è ospitata nella Pusterla del Palazzo Battaglia, dopo il dono di una sua creatura, acquistata per il tramite del Comune dall’imprenditore Adriano Santarelli per 5000 euro ed i cui proventi sono stati devoluti ai terremotati di Arquata del Tronto, dopo tutto questo…Roma.

Infatti, Rocchegiani, in segno di grande stima verso la figura del presidente Mattarella, con l’aiuto dell’amico, lo studioso Marco Torcoletti, ha preso carta e penna ed ha scritto al capo dello Stato, manifestando il desiderio di omaggiarlo con una sua opera realizzata appositamente per l’occasione, la “Breccia di porta Pia”, un quadro dedicato alla presa di Roma il 20 Settembre 1870, noto fatto storico. Cortese e piena di gratitudine la risposta ricevuta da Rocchegiani, nella quale Mattarella lo ringrazia e lo chiama Maestro per il gradito dono. Insomma, forse in presenza di un clima politico più sereno, ci sarebbe scappato pure un incontro, ma intanto, a breve, il nuovo capolavoro dell’artista jesino sarà ospitato al Quirinale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.