Username: L'Italia entra nel "futuro" con Netflix

USERNAME – Era ieri il giorno tanto atteso dagli appassionati della saga Ritorno al Futuro. Nel film, infatti, il protagonista fa un balzo in avanti nel tempo fino al giorni 21 ottobre 2015. Per molti fan e non solo, a giudicare dalla diffusione di materiale legato al film sui social, ieri è iniziato il futuro! Non so se la data sia stata scelta anche basandosi sulla famosa scena del film, ma la realtà è che il futuro, almeno per i tradizionali media di intrattenimento audiovisivi in Italia, è iniziato oggi, a 24 ore dopo lo sbarco cinematografico di Marty McFly. Appassionati di film, serie tv e nerd di qualunque fascia ci dispiace deludervi ma il nostro Bel Paese entra nel futuro oggi grazie a Netflix!

Si tratta di un popolare servizio, in abbonamento, di streaming on demand  in grado di offrire diversi contenuti, dai film alle serie tv fino ai documentari, su diversi dispositivi di riproduzione. Online si è fatto un gran rumore per l’arrivo di Netflix ma in generale molti italiani ancora non conoscono il servizio ne hanno mai saputo di cosa si trattasse. Questa è l’Italia, paese che dibatte ancora sul giurassico canone Rai e si lamenta del digitale terrestre. Preistoria in gran parte del mondo, limpidissimo presente da noi. Netflix da oggi offre un quantitativo di materiale di assoluto rispetto con novità, spesso in esclusiva, pronte ad arrivare equipaggiate di una qualità estrema (fino al 4K Ultra HD). Scegliete voi cosa vedere e quando vederlo e, soprattutto, dove. Già perchè Netflix è fruibile ovunque, su Smart Tv, sulle console di videogiochi, smartphone e tablet di ogni tipo, Pc fisso o portatile, sulla Apple Tv e, grazie a Chromecast, anche su televisori più datati senza essere mai interrotti da spot pubblicitari. E il prezzo? Qui viene il bello visto che l’abbonamento base lo pagherete 7,99€ al mese, meno del canone Rai, anche del nuovo inserito nella bolletta della corrente elettrica, senza obbligo di durata ma rinnovabile mensilmente.

Giusto per darvi l’idea, a poche ore dal suo sbarco in Italia erano già tantissimi gli abbonati e visionando la sola schermata iniziale avevano già almeno un anno di prodotti da visionare, alcuni in esclusiva per l’Italia come la costosa serie Tv Marco Polo. Questo è Netflix, un prodotto che potrebbe, secondo me, contrastare addirittura l’ormai affermata pirateria audiovisiva perchè non cerca di combatterla o bloccarla, semplicemente “rischia” di renderla inutile. So perfettamente che tali servizi esistono da anni in alcuni paesi del mondo, ma per noi, con le nostre connessioni internet lente e con programmi tv e serial italiani sempre uguali a se stessi, questo ingresso del colosso americano è una vera svolta, anche se molti ancora non se ne rendono conto.

 

 

A cura di: Matteo Baleani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*