Valeria Moriconi, nella ricorrenza del suo compleanno annunciato il programma 2014 del progetto a lei intitolato. | Password Magazine
Festival Pergolesi

Valeria Moriconi, nella ricorrenza del suo compleanno annunciato il programma 2014 del progetto a lei intitolato.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Giornata, quella di oggi, dedicata a Valeria Moriconi, nella ricorrenza del suo compleanno. In ricordo della grande attrice, il Comune di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini, il Centro Studi Valeria Moriconi e l’Amat annunciano il programma delle iniziative 2014. Nel Centro Studi intitolato a Valeria, continuano intanto le viste di studiosi teatrali da tutta Italia.

Nella ricorrenza dell’82esimo anniversario della nascita di Valeria Moriconi (Jesi 1931 – Jesi 2005), il Comune di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini, il Centro Studi e Attività Teatrali Valeria Moriconi e l’AMAT, nell’ambito del progetto “Back to the future!”, annunciano il programma delle iniziative 2014 intitolate alla grande attrice jesina. Due le iniziative previste tra aprile e maggio del prossimo anno, nel Teatro Studio a lei intitolato dal 2005: “SOTTO A CHI DANZA! Tracce di giovane danza d’autore dalle Marche”, e “REMARCHEBLE! DAY #JESI. Sorprendenti avventure in luoghi di storia”. Il programma, i cui dettagli verranno presentati a breve, comprende una serie di eventi concepiti “nello spirito di Valeria”, che appunto aveva immaginato questi spazi quali luoghi aperti alla nuova drammaturgia e alla sperimentazione di modi diversi di fare teatro.

Il progetto “Back to the future!” è stato avviato nel 2012 da Comune di Jesi e Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con l’Amat, con lo scopo di proporre il Centro Studi Valeria Moriconi quale luogo della memoria ma soprattutto quale strumento d’interesse regionale per il sostegno, la progettazione e la ricerca in ambito teatrale, con particolare attenzione alle nuove generazioni. Un ambito particolarmente caro a Valeria la quale affermava: “a mio avviso, un teatro che nasce, non può non tener conto delle nuove generazioni, sarà un teatro fatto dai giovani per i giovani”.

Continua, intanto, la fruizione del Centro Studi da parte di studiosi, registi, operatori, docenti e studenti universitari, museologi e amatori che giungono da tutta Italia per consultare il materiale conservato nel Fondo, donato dalla famiglia al Comune di Jesi, e per approfondimenti relativi a ricerche, tesi di laurea, spettacoli teatrali e pubblicazioni.

Come noto, il Centro è punto di riferimento fondamentale a livello nazionale per la conservazione della memoria storica legata alla figura dell’attrice jesina attraverso la preziosa raccolta di documenti e testimonianze in esso custodita, con particolare riferimento al Teatro del Novecento, al ruolo della donna nel mondo dello spettacolo e all’innovazione teatrale. Il materiale archivistico e di documentazione raccolto nel Fondo Valeria Moriconi, informatizzato e reso disponibile per la consultazione, comprende copioni, manoscritti, corrispondenza, articoli, programmi di sala, materiali video, pubblicazioni, manifesti, locandine, bozzetti, foto, ritratti, costumi, elementi scenici e documenti vari, con riferimento diretto o indiretto all’attrice.

 

I progetti 2014 di BACK TO THE FUTURE

SOTTO A CHI DANZA!

Tracce di giovane danza d’autore dalle Marche

Sotto a chi danza! è un’iniziativa volta a conoscere i più curiosi artisti marchigiani che si occupano di danza contemporanea e a presentarli in serate che – per la loro impostazione – possono essere assimilabili a delle vere e proprie ‘vetrine’, ovvero occasioni in cui, nell’arco di un evento teatrale serale, si possono vedere tre o quattro performance di formato breve (15/20 minuti ogni lavoro) e partecipare possibilmente ad un incontro tra pubblico e artisti.

La dicitura ‘danza d’autore’, infatti, nasce dall’esperienza pluriennale di CantieriDanza, coordinatore del network nazionale Anticorpi XL dedicato alla danza contemporanea e di ricerca, di cui AMAT è partner per le Marche, che vede nella Vetrina della giovane danza d’autore un’occasione di confronto e crescita non solo per gli artisti che si esibiscono ma anche per tutti coloro che si lasciano incuriosire dalle infinite accezioni della danza e del movimento.

REMARCHEBLE! DAY #JESI

Sorprendenti avventure in luoghi di storia

REmarcheBLE! Day è un microfestival tra le arti contemporanee che coinvolge artisti marchigiani under 35 chiamati a reinterpretare i luoghi più suggestivi della nostra regione. Momento centrale del progetto regionale REmarcheBLE! Sorprendenti avventure in luoghi di storia – che si avvale del cofinanziamento della Regione Marche Assessorato alle Politiche Giovanili e del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale in collaborazione con Gruppo Baku e Studio Mjras – i REmarcheBLE! Day sono appuntamenti che uniscono artisti e pubblico, costruiti attraverso un percorso pregresso di scouting di artisti e pubblico appassionato del territorio, dunque un’occasione particolare per mettersi in gioco, vivere l’arte attraverso performance e installazioni speciali in luoghi culturali affascinanti da riscoprire e guardare da altre prospettive.

Il progetto generale REmarcheBLE! (un curioso titolo che gioca sull’inclusione della regione Marche nell’aggettivo inglese ‘remarkable’, eccezionale, sorprendente) – realizzato in collaborazione con i Comuni di Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Macerata, Recanati, San Benedetto del Tronto, Sant’Elpidio a Mare, Urbino, Urbisaglia e la Fondazione Pergolesi Spontini – ha come obiettivo proprio la scoperta e la promozione di un nuovo modo di fruire gli spazi culturali della regione (per Jesi il luogo di riferimento è il Teatro Studio Valeria Moriconi), riportando al centro della vita culturale l’arte performativa e visiva frutto di una sensibilità tutta contemporanea.

 

 

Comunicato da: Ufficio stampa Fondazione Pergolesi Spontini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.