650 imprese spazzate via in quattro anni da crisi e tasse | | Password Magazine

650 imprese spazzate via in quattro anni da crisi e tasse

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – In 4 anni, dal 2011 al 2014, spazzate via quasi 650 imprese artigiane in Vallesina, circa 300 nel Comune di Jesi. La crisi non perdona e sta sgretolando la resistenza anche di aziende consolidate del territorio, quelle storiche, che hanno alle spalle anni e anni di attività – dichiara Giuseppe Carancini, Segretario Confartigianato Jesi – mentre quelle che aprono ( nello stesso periodo sono state 625) sono spesso frutto di iniziativa estemporanea, figlie della necessità di reinventarsi, scelta che deve fare poi i conti con un quotidiano difficile, fatto di tasse e burocrazia.

Per l’impresa la pressione fiscale è infatti un incubo avendo raggiunto livelli assurdi; ci sono poi le mancate riscossioni e i ritardi nei pagamenti, la conseguente mancanza di  liquidità, che non trova compensazione in un accesso al credito adeguato, e l’impossibilità di fare investimenti e innovazione.  La concorrenza sleale degli abusivi, la burocrazia, che con i suoi adempimenti sottrae tempo e risorse alle imprese, gli ostacoli che si incontrano quotidianamente nella commercializzazione dei prodotti, la mancanza di infrastrutture adeguate, la carenza di ammortizzatori sociali, la microcriminalità.

Questi sono i fattori che penalizzano le nostre imprese artigiane – dichiara Carancini della Confartigianato. Confartigianato crede nella forza delle piccole imprese della Vallesina che sul territorio lavorano, e resistono, una forza che, deve tornare a crescere per la ripresa dell’economia locale.

Le Istituzioni devono farsi garanti della sopravvivenza e dello sviluppo del sistema economico locale – conclude Giuseppe Carancini, Segretario Confartigianato Jesi – che è composto di micro e piccole imprese che chiedono a gran voce interventi per la crescita, più credito, meno tasse, meno burocrazia.

 

Comunicato da: Confartigianato Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.