Vallesina Aiuta Onlus, raccolti quasi 100 mila euro. Al via campagna 'Naturalmente ci aiutiamo' | Password Magazine

Vallesina Aiuta Onlus, raccolti quasi 100 mila euro. Al via campagna ‘Naturalmente ci aiutiamo’

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI –È una bella iniziativa tesa a rafforzare la raccolta fondi della Fondazione di Comunità Vallesina Aiuta Onlus quella attivata dal gruppo di fotografia naturalistica “La notte”. L’associazione ha infatti coinvolto eccellenti fotografi naturalistici da tutta Italia che hanno messo a disposizione più di 30 foto: queste potranno essere acquistate e personalizzate con una dedica della presidente della Fondazione, l’olimpionica Elisa Di Francisca, che – con un videomessaggio – ha voluto sottolineare la particolare valenza del progetto.  

Promozione di Elisa Di Francisca

Naturalmente ci Aiutiamo ed Elisa di Francisca,presidente della fondazione Aiuta-Onlus

Pubblicato da Naturalmente ci Aiutiamo su Martedì 21 aprile 2020

I proventi saranno interamente devoluti alla Fondazione per l’acquisto di attrezzature sanitarie e dispositivi di protezione individuali a beneficio del Carlo Urbani e della rete di servizi sociali della Vallesina. “Naturalmente ci aiutiamo” è il nome scelto per questa iniziativa e “Naturalmente ci aiutiamo” è anche il nome delle pagine Facebook o Instagram per prendere visione delle foto disponibili o richiedere il catalogo (possibile anche inviando una mail a gruppolanotte@gmail.con oppure telefonando a 071.718301 o 347.3672660). Si tratta di fotografie davvero straordinarie che possono essere prenotate versando una somma minima – 50 euro – direttamente all’Iban della Fondazione (IT 15 P 03111 21205 000000000737).

Alla data del 22 aprile la Fondazione Vallesina Aiuta Onlus con la campagna “Insieme per Jesi” ha raccolto 98.100 euro. Di questi ne sono stati già spesi 47.580 per l’acquisto di un sistema tomografico ad impedenza elettrica per il monitoraggio della funzionalità polmonare a beneficio della Terapia Intensiva del Carlo Urbani (pari a 30.500 euro), di 7.000 mascherine tra 3FP chirurgiche e FFP2 (12.871 euro) e di mille camici monouso (4.209 euro). I fondi ancora da utilizzare ammontano pertanto a 50.520 euro. È programmato per giovedì prossimo il consiglio di amministrazione della Fondazione per decidere il loro impiego.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.