Vallesina, CNA: "Ecco i Comuni che perdono più imprese" | | Password Magazine

Vallesina, CNA: "Ecco i Comuni che perdono più imprese"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La Cna scatta una fotografia ai primi sei mesi dell’anno e rileva una crisi continua che non ha lasciato spazio alla ripresa economica.

“Le imprese attive dell’area di Jesi calano in sei mesi da 7.657 a 7.635 – spiega Andrea Riccardi segretario della Cna locale –  e tra il 30 giugno 2016 e il 31 dicembre 2015 si registrano 22 imprese in meno (pari allo 0,3%); lo stesso ritmo di ridimensionamento si riscontra per la provincia di Ancona (-0,3%), con 106 imprese in meno”.

Secondo lo studio della Cna le maggiori perdite dell’area jesina si riscontrano nel settore del commercio (-16),  delle costruzioni (-15) e dell’agricoltura (-12).

“Il tessuto dell’area tiene numericamente perché cresce il numero delle imprese nel terziario – spiega Giovanni Dini responsabile Centro Studi Sistema Cna Marche – e in particolare nel settore noleggio, agenzie viaggio, servizi di supporto alle imprese (+15) e nei servizi di alloggio e ristorazione (+7). Inoltre, anche il manifatturiero ha visto riprendere ad aumentare il numero delle imprese (+8)”.

Tra i comuni dell’area che perdono più imprese, in termini di numeri reali, vi sono Cupramontana (-10), Filottrano (-9) Monsano (-9) e Castelbellino (-3); fortunatamente, le imprese attive crescono di numero a Jesi (+8), Rosora (+5) e Monteroberto (+3).

“Se puntiamo l’attenzione sui singoli settori – conclude Andrea Riccardi – a Jesi nei primi sei mesi dell’anno vanno male le costruzioni (-5), ma va bene l’agricoltura (+5) e i servizi di alloggio e ristorazione (+4); a Filottrano va male il commercio all’ingrosso e al dettaglio (-5), ma crescono le attività manifatturiere (+2); a Cupramontana l’agricoltura perde 6 imprese e il commercio all’ingrosso e al dettaglio ne perde 4”.

La nota della Cna si conclude con uno studio sulle variazioni percentuali e, sempre analizzando le imprese attive del 30 giugno con quelle del 31 dicembre, emerge che i comuni più penalizzati sono: Mergo e Monsano che perdono entrambi il 2,5%, Cupramontana il 2,3%, Poggio San Marcello l’1,6% e Castelbellino l’1%.

Di contro a Rosola la crescita è del 3%, a Monteroberto dell’1,2% e a Jesi dello 0,2%.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.