Arriva la ‘Notte Bianca dei Les’, porte aperte all’Istituto Galilei e Liceo Classico

JESI- Venerdì sarà la ‘Notte Bianca dei Les‘. L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, si svolge a livello nazionale e si pone come obiettivo quello di sensibilizzare il territorio alla conoscenza di questo percorso di studi, attivo in Italia solo dal 2010 e fortemente voluto dal Miur.
«Si tratta di un’occasione per le famiglie di conoscere meglio questo indirizzo di studi, ancora poco noto – fa sapere l’assessore alle Politiche educative Marisa Campanelli -, sono studi che avvicinano il mondo dell’umano all’umanesimo e che per questo risulta tra i più moderni». Presenti questa mattina alla conferenza di presentazione, anche i dirigenti del Liceo Vittorio Emanuele II e dell’Istituto Galileo Galilei, rispettivamente i professori Floriano Tittarelli e Luigi Frati, le due scuole che a Jesi hanno l’indirizzo economico-sociale. «Un progetto che mette in rete tutti i licei, compresi quelli marchigiani che vedono Jesi capofila – fa sapere Tittarelli – La Notte Bianca dei Les si conferma come un contenitore di eventi». Parole di soddisfazione anche dal dirigente Frati che sottolinea l’importanza di far conoscere questo indirizzo « che ancora nuovo e poco noto, mostrandone le caratteristiche specifiche dei corsi e valorizzandone la qualità dell’offerta formativa».

Nell’ambito del tema nazionale “Cultura e Sviluppo economico”, il titolo scelto dai due istituti per l’edizione 2019-2020 è SosteniAmo il bene comune. 

Con la Notte Bianca dei Les si conclude anche #edufin, il mese che le due scuole jesine hanno dedicato all’educazione finanziaria: alle ore 17, a Palazzo Pianetti, si svolgerà il convegno conclusivo “Il Credito come strumento di altra economia”, poi le attività laboratoriali organizzate dalle due scuole proseguiranno nelle due sedi di corso Matteotti e di via Leopardi (palestra Carducci) fino alle 23.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.