Vermi nella minestra dei bimbi a mensa, l'Asp 9: «Provvedimenti per chi ha sbagliato» | | Password Magazine

Vermi nella minestra dei bimbi a mensa, l’Asp 9: «Provvedimenti per chi ha sbagliato»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto di repertorio

CINGOLI – Piccoli vermi nella minestra di farro somministrata ai bambini della scuola dell’infanzia di Cingoli. E quanto accaduto nella giornata di ieri quando maestre e piccoli commensali hanno notato la presenza degli agenti infestanti nel loro cibo.

«Si tratta di un evento molto spiacevole e per il qualche chiediamo scusa a tutti i bambini e loro genitori della scuola materna di Cingoli – si legge nella nota stampa inviata dall’ ASP ambito 9, l’azienda servizi alla persona  che ha sede a Jesi -. Appena siamo stati informati dell’avvenimento abbiamo inviata mente inviato i nostri operatori per conoscere approfonditamente la situazione e prendere i provvedimenti conseguenti. Il grave problema non deriva da una cattiva gestione della sicurezza e dell’igiene della cucina ma dalle confezioni sigillate di farro che sono state ovviamente ritirate per i provvedimenti conseguenti».

I carabinieri che sono intervenuti nella mattinata di oggi presso la cucina non hanno riscontrato anomalie nella gestione della cucina ed hanno rilevato che gli alimenti sono stoccati in maniera idonea. Gli stessi carabinieri hanno giustamente attivato le procedure previste in questi casi per i prodotti alimentari non conformi alla legge (le confezioni di farro).

«È opportuno rammentare che il personale della cucina è tenuto ad osservare puntualmente le norme previste e le procedure finalizzate alla riduzione del rischio di contaminazione dei cibi dovute all’attività degli infestanti – prosegue l’Asp – . In particolare in base alla legge viene applicato il metodo HACCP ed è presente un manuale di autocontrollo dove sono previste delle procedure per la riduzione del rischio di contaminazione dei cibi dovuti alle attività degli infestanti. Tali procedure sono applicate dal personale che è stato opportunamente informato per questo.

È vero che la cucina è tenuto in modo corretto ma l’attenzione degli operatori doveva obbligatoriamente estendersi anche alla vigilanza sulla conformità degli alimenti utilizzati per la preparazione dei pasti. Conseguentemente l’Asp ambito 9 ha attivato le procedure per la verifica delle responsabilità nei confronti della ditta a cui è stato affidato il servizio, affinché chi ha omesso di fare i necessari controlli sia sanzionato. Sarà perseguita anche la ditta che ha fornito il farlo con gli agenti infestanti».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.