Via libera al piano Opere pubbliche 2015 | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Via libera al piano Opere pubbliche 2015

JESI – Manutenzione di strade, parchi, scuole ed impianti sportivi, interventi di sistemazione dei fossi, nuove piste ciclabili, risanamento di alcune criticità, ampliamento della videosorveglianza. E un paio di interventi finanziariamente importanti come la ripavimentazione di corso Matteotti e la ristrutturazione della secondaria di primo grado Lorenzini. È un piano delle opere pubbliche 2015 ricco di spunti ed opportunità, che prende in carico anche interventi previsti in passato ma poi non più finanziati, quello adottato dalla Giunta comunale nella sua ultima seduta e che ora passa al vaglio del confronto con le forze politiche di maggioranza, prima di avviare la fase partecipativa che si concluderà con l’approvazione del Consiglio comunale insieme al bilancio di previsione.

Dieci milioni le risorse necessarie, di cui 4,2 derivanti da contributi regionali e statali già definiti e da interventi di privati e 5,8 da risorse di bilancio tramite oneri di urbanizzazione, alienazioni e residui. Sullo sfondo l’opportunità di avvalersi di contratti di disponibilità, il nuovo strumento introdotto dal codice degli appalti per mettere in sinergia risorse pubbliche e privati.

Nel dettaglio previsti 300 mila euro per sistemare strade e marciapiedi (importo che sarà confermato anche nei due anni successivi), 150 mila euro per realizzare altre nuove piste ciclabili, oltre 500 mila euro per le scuole (riqualificazione energetica alla Leopardi, completamento del Cappannini, sicurezza in altri edifici scolastici), 284 mila euro per la manutenzione di palasport, Cardinaletti e delle palestre Asiago, Carbonari e Collodi, 100 mila euro per completare la riqualificazione dei giardini di viale Cavallotti ed altrettanti per elementi di arredo nei parchi e nelle altre aree verdi, così come per la manutenzione dei fossi e del reticolo idrografico minore, 150 mila euro per il secondo intervento sulla videosorveglianza, 100 mila euro per il centro da destinare all’autismo.

Tra le criticità che si intendono risolvere da segnalare: la sistemazione delle fogne nella zona sud-est della città (50 mila euro), il risanamento del cavalcavia (150 mila), la fognatura in via dei Merciai (140 mila).

Interventi più significativi vedono 2 milioni per sistemare la Lorenzini, altri 2,7 milioni per la pavimentazione di corso Matteotti (di cui una significativa parte tra contributi statali e privati), un milione per gli altri interventi in centro già finanziati con il contratto di quartiere o contributi regionali (ristrutturazione chiostro Sant’Agostino, sistemazione vie e piazze, rifacimento tetto di palazzo Colocci), 500 mila euro con fondi Fas per realizzare il museo archeologico. Ai 10 milioni va aggiunto poi un altro milione di euro per la realizzazione dei nuovi loculi al cimitero, finanziato con la vendita degli stessi in una apposita partita di giro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.