Viabilità, Bacci: “Disponibili ad alcune modifiche, ma non si torna all'anarchia”

JESI – “I lavori di riqualificazione all’Arco Clementino e nel primo tratto di corso Matteotti puntano ad una piena valorizzazione di questa parte della città e si inseriscono a pieno titolo in quella serie di interventi a favore del centro storico che questa Amministrazione comunale ha portato avanti con risultati tangibili”.

Lo sottolinea il sindaco Massimo Bacci che ricorda i provvedimenti adottati in appena due anni di governo cittadino: gratuità del parcheggio Mercantini finalmente pieno di auto e con definitiva sistemazione degli ascensori, gestione diretta delle scale mobili di palazzo Battaglia e dell’ascensore del parcheggio Zannoni per garantirne un’apertura continuata e duratura, nuovi impianti di risalita in via Castelfidardo in corso di completamento, nuovo ascensore in viale della Vittoria, nuova disciplina dei dehors per favorire i pubblici esercizi, contributi alle nuove attività che aprono per abbattere la tassazione locale, altri 20 parcheggi al San Martino, promozione turistica che sta permettendo di aumentare le presenze in maniera significativa, organizzazione di eventi che mai come in questi ultimi tempi stanno richiamando in centro migliaia di cittadini.

“Questa è la nostra politica di attenzione verso il centro – aggiunge il sindaco – rispetto alla quale siamo pronti a confrontarci con tutti, nel rispetto dei ruoli di ciascuno. Con i commercianti, in particolare, ieri si è chiarito un concetto: se c’è volontà di dialogo e di condividere insieme le idee, le soluzioni si trovano. Se, viceversa, si pensa di riportare tutto come prima, con l’anarchia totale nel tratto carrabile di corso Matteotti con auto in doppia e tripla fila, non si va da nessuna parte. Tanto meno se permane l’anacronistico pregiudizio sull’inutilità delle piste ciclabili, visto che è fuori discussione la loro valenza sia nella mobilità sostenibile che nel benessere fisico”.

In questo contesto, con una parte dei commercianti, è scaturita una ipotesi progettuale attorno ai seguenti interventi che il sindaco si è riservato di condividere con gli assessori e la maggioranza: cantiere costantemente monitorato per i lavori di riqualificazione di corso Matteotti per evitare qualsiasi tipo di disagio; prossima riapertura dell’attraversamento del corso da via Mura Occidentali a via Pastrengo; studio di fattibilità di un anello veicolare tra via Pastrengo, via XX Settembre, via Suor Mannori (con inversione dell’attuale senso di marcia in quest’ultima via e nuovo disegno della viabilità orizzontale in prossimità dell’Arco Clementino per favorire l’ingresso da tale strada a corso Matteotti); accordo con l’Asur per l’utilizzo dei parcheggi dell’ospedale con accesso pedonale illuminato e videosorvegliato su corso Matteotti; altri 30 parcheggi in un’area privata ad uso pubblico in prossimità dell’Arco Clementino; studio di una sosta veloce gratuita nei parcheggi del corso, con sosta prolungata dei residenti autorizzata nel parcheggio dell’ospedale; piena valorizzazione del tratto ciclabile del corso per favorire il collegamento tra l’area pedonale e le nuove piste riservate che stanno sorgendo in città.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*