Ville storiche, via al piano di recupero

JESI – Con l’approvazione finale della Giunta comunale diventa pienamente operativa la variante al piano regolatore per il recupero delle ville storiche del primo Novecento. concentrate principalmente tra viale Cavallotti, parte di viale della Vittoria, via Gramsci e zona Carducci.
Si tratta di una settantina di unità immobiliari rispetto alle quali il piano, realizzato a seguito di un apposito censimento, suddivide gli interventi ammissibili in tre categorie. Per le ville di maggior pregio, quelle che presentano elementi unici e non riproducibili dell’architettura borghese, può essere autorizzato il solo restauro o risanamento conservativo. Per quelle che non hanno elementi architettonici e decorativi di particolare valore, sarà possibile procedere ad una ristrutturazione edilizia limitati agli spazi interni, garantendo il mantenimento dell’involucro esterno. Infine per quelle ville che, per caratteristiche proprie o a causa di interventi realizzati nel corso degli anni, hanno perso l’identità iniziale, si potrà effettuare una ristrutturazione edilizia, anche mediante completa demolizione e ricostruzione.
Il piano di recupero intende in questo modo garantire anche quegli interventi finalizzati alla sicurezza sismica e all’efficienza energetica secondo le più recenti normative. Proprio l’impossibilità di adeguare tali edifici alla legislazione vigente era stata segnalata da alcuni proprietari in occasione dell’indagine esplorativa dello strumento urbanistico generale promossa dall’Amministrazione comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.