Volano gli abbonamenti bus grazie al prezzo dimezzato | | Password Magazine

Volano gli abbonamenti bus grazie al prezzo dimezzato

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Impennata del 27% degli abbonamenti del servizio di trasporto pubblico urbano dopo la decisione dell’Amministrazione comunale di dimezzarne il prezzo. A fronte dei 275 abbonamenti mensili del passato, la nuova agevolazione resa operativa dallo scorso dicembre ha fatto registrare una significativa crescita, raggiungendo una quota media di 350.

A trainare l’acquisto agli abbonamenti sono stati i lavoratori della zona industriale – in particolare gli operai della New Holland – che hanno beneficiato anche delle nuove linee del servizio bus introdotte in orari compatibili con l’entrata ed uscita dai vari stabilimenti.

Si è registrato al contempo una naturale riduzione dell’acquisto dei biglietti singoli, (pari al 18,9%, comunque oltre 7.500 mensili i tagliandi venduti) essendo ad oggi assolutamente più conveniente l’abbonamento così strutturato.

“Siamo pienamente soddisfatti di questa prima risposta – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano – che conferma la bontà della nostra scelta. Ci auguriamo che la crescita aumenti ancora. È un’ulteriore azione di programmazione a lungo termine per diminuire il traffico e l’inquinamento, che si affianca alle altre già realizzate per migliorare la qualità dell’aria come i filtri pizzerie, il regolamento sull’edilizia sostenibile, le piste ciclabili. Anche in questo caso l’Amministrazione assume un impegno a favore dei cittadini ed investe le proprie risorse in cambio di un guadagno in termini di miglioramento della salute e della qualità della vita”.

L’operazione, come noto, è a carattere sperimentale per sei mesi e prevede il dimezzamento del prezzo dell’abbonamento: appena 17,50 euro mensili contro i 35 precedenti. La riduzione riguarda anche gli abbonamenti per gli over 65 che già erano scontati del 40% e che dunque sono passati anch’essi a 17,50 euro rispetto ai 21 originari.

Per garantire tali agevolazioni tariffarie, l’Amministrazione comunale si fa carico di corrispondere la differenza del prezzo dell’abbonamento alla società che gestisce il servizio. A fine maggio, al termine della sperimentazione, anche sulla base della risposta complessiva dell’utenza, si deciderà se rendere lo sconto permanente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.