Zona rossa, Decreto covid e regole da oggi 15 marzo | Password Magazine

Zona rossa, Decreto covid e regole da oggi 15 marzo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

REGIONE – Da oggi Marche in zona rossa per altre due settimane, insieme ad altre ben 10 tra regioni e province autonome in Italia. In vigore le regole, i divieti e le restrizioni del nuovo decreto Covid varato dal governo. Decreto che blinda la Pasqua 2021 e cancella le zone gialle con il passaggio diretto in arancione fino al 6 aprile.

In zona rossa non è consentito lo spostamento salvo per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Resta invariato inoltre il coprifuoco tra le 22 e le 5, se non per le suddette motivazioni, da giustificare con autocertificazione Rimane anche in vigore il divieto di spostamento tra le regioni.
Sono vietate le visite a parenti e amici, consentite invece nelle zone gialle e arancioni con possibilità di recarsi in altre abitazioni solo una volta al giorno tra le 5 e le 22, restando all’interno dello stesso Comune.

Per quanto riguarda le attività commerciali, sono chiusi i negozi ad eccezione dei servizi ritenuti essenziali quali supermercati, farmacie, parafarmacie, servizi di lavanderia, edicole e tabaccai. Bar e ristoranti sono chiusi al pubblico, resta consentito l’asporto fino alle 22 (fino alle 18 per i bar), a patto che il consumo non avvenga sul posto o nelle vicinanze ed è permessa la consegna a domicilio senza limiti di orario.

In tutte le regioni di entrambe le fasce rossa e arancione sono chiuse palestre e piscine.

Nella zona rossa, secondo le misure specificate sul sito del governo «sono sospese l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso» . Stop anche sport di contatto, gare, le competizioni e tutte le attività connesse agli sport di contatto di carattere amatoriale . Resta consentito svolgere attività motoria in forma individuale, nel rispetto del distanziamento, nei pressi della propria abitazione.

Nelle zone rosse è sospesa la didattica in presenza in tutte le scuole, dai nidi alle superiori. Quindi da lunedì 15 marzo solo didattica a distanza nelle scuole di Lombardia, Piemonte, Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia-Giulia, Emilia-Romagna, Marche, Lazio, Campania, Molise, Puglia.

A Pasqua, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. Sarà comunque possibile spostarsi all’interno della propria Regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.