Fiorini Packaging dona un ventilatore polmonare all'ospedale di Senigallia | | Password Magazine

Fiorini Packaging dona un ventilatore polmonare all’ospedale di Senigallia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

SENIGALLIA  – «La situazione in terapia intensiva all’Ospedale di Senigallia sta diventando ingestibile: mancano gli strumenti per affrontare un’emergenza sanitaria come quella che sta affliggendo il nostro Paese. Ci siamo sentiti in dovere di fare la nostra parte». A parlare è Giovanni Fiorini, presidente della Fiorini Packaging SpA, che ha donato un nuovo ventilatore polmonare all’Ospedale di Senigallia.
«Il nostro obiettivo è anche scatenare una catena virtuosa: come noi, anche un gruppo di imprenditori della Valtellina, tra cui gli amici di Crazy Idea, mentre Silvio Berlusconi ha donato 10 milioni alla Regione Lombardia, e Massimo Cellino 50 respiratori al SS. Trinità di Cagliari, ognuno in base alle proprie possibilità. Speriamo che la lista si allunghi, e che laddove la politica non sta arrivando, continuino ad arrivare gli imprenditori».

Il messaggio sottolineato da Giovanni Fiorini è quindi legato alla volontà di creare una rete solidale che unisca quindi gli imprenditori, di qualsiasi Regione, a sostegno della sanità italiana.
«Acquistare dei ventilatori polmonari, di questi tempi, non è semplice, e se ci siamo riusciti è esclusivamente merito di Simona Buono – spiega sempre Giovanni Fiorini – L’imprenditrice sarda, CEO della Distribuzione Defibrillatori srl, è riuscita in pochi giorni a individuare quale fosse il macchinario più adatto e a renderlo disponibile per l’acquisto. Arriverà a fine marzo e speriamo che sia il primo di una lunga serie».

«Chi ne ha la possibilità deve mettersi a disposizione della comunità – conclude – Il nuovo Decreto Cura Italia prevede vantaggi fiscali per chi decida di compiere delle donazioni. È il momento giusto per unirci e dare ciò che possiamo: la vita umana è estremamente più importante della spesa monetaria che una donazione comporta».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.