Maiolati, acquistate 6 mila mascherine e test sierologici agli operatori comunali | Password Magazine

Maiolati, acquistate 6 mila mascherine e test sierologici agli operatori comunali

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – Acquisto e distribuzione alla popolazione di mascherine, test sierologici ai dipendenti e agli operatori comunali che ricoprono ruoli a contatto col pubblico, stanziamento di somme per integrare la copertura dei buoni spesa per le famiglie in difficoltà. Sono le ultime misure, in ordine di tempo, adottate dalla Giunta guidata dal sindaco Tiziano Consoli sia per prevenire la diffusione del contagio da Covid-19 sia per aiutare cittadini e attività commerciali a fronteggiare le conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria. 

Fra queste misure, la Giunta comunale aveva anche approvato, nella riunione svoltasi lunedì scorso, una delibera per la sospensione del pagamento della Tosap, la tassa sull’occupazione di suolo pubblico, sia per gli ambulanti del mercato settimanale all’aperto, sia per i titolari di bar, ristoranti, esercizi commerciali e attività edilizie. Una misura adottata, quindi, prima che il provvedimento venisse inserito, come annunciato dal presidente del Consiglio Conte ieri l’altro, nell’ultimo Decreto Rilancio del Governo, e che sebbene sia ora superata, dimostra la volontà del sindaco e degli Assessorati di intervenire con azioni concrete a favore delle attività commerciali duramente colpite dalla lunga fase di lockdown. 

La delibera comunale di lunedì 11 maggio è arrivata all’indomani di una serie di occasioni di incontro e di confronto avute dal sindaco Consoli con i commercianti e con le loro rappresentanze locali. 

«Queste misure rappresentano i primi passi – spiega il primo cittadino – per sostenere, da un lato, cittadini e categorie, come i commercianti, in forte difficoltà, dall’altro per prevenire, con gli strumenti che abbiamo a disposizione, un ritorno del contagio». 

Ecco allora l’acquisto e la somministrazione, avvenuta ieri mattina (venerdì 15 maggio) degli stick sierologici, di cui si attendono i risultati ufficiali, a oltre cento fra dipendenti comunali, volontari della Protezione civile, operatori della Casa di riposo, amministratori e consiglieri comunali. « Avere una mappatura della situazione fra chi svolge funzioni a contatto col pubblico – osserva il sindaco Consoli – rappresenta un importante strumento di prevenzione e di tutela per i cittadini”. 

Ma non basta. Inizierà in questi giorni la distribuzione di 6.000 mascherine a tutti i residenti del Comune di età superiore ai sei anni. Insieme al dispositivo di protezione, ci sarà una lettera firmata dal sindaco Consoli. « L’augurio per la nostra comunità è per una ripartenza consapevole – si legge – e la speranza è che questa seconda fase, che ci apprestiamo a vivere, ci porti a sentirci sempre più comunità ancora unita nella lotta all’emergenza Covid-19. Indossandola, possiamo essere fieri di assomigliare a tutti coloro che lottano in prima linea per salvare vite umane: medici, infermieri, operatori sanitari. La mascherina rende visibile, oggi, il nostro senso di appartenenza, l’impegno civico e l’umanità solidale che, insieme, ci impegniamo a costruire».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.