Caterpillar, Consiglio comunale aperto per salvaguardare i lavoratori e il territorio. | Password Magazine

Festival Pergolesi

Caterpillar, Consiglio comunale aperto per salvaguardare i lavoratori e il territorio.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI- È stato un Consiglio comunale, all’insegna dell’unità e della convergenza reciproca sulla necessità di arrivare ad una soluzione che il più possibile eviti una crisi occupazionale dai risvolti negativi soprattutto sulla tenuta sociale del territorio.

Il consiglio comunale ad adunanza aperta del Comune di Jesi ha visto la partecipazione ai lavori oltre che del sindaco, della giunta e dei consiglieri comunali,  di vari rappresentanti delle istituzioni locali, tra cui il presidente della provincia di Ancona Daniele Carnevali, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, molti sindaci della Vallesina, le rappresentanze sindacali dei lavoratori in collegamento dal sito di via Roncaglia, per le quali è intervenuto Maurizio Gabrielli. WhatsApp Image 2022-02-17 at 19.11.30

Unità e richiesta di tempo per scongiurare licenziamenti e favorire la cessioni ad un’azienda interessata sono stati i temi toccati trasversalmente dagli intervenuti.

Il sindaco Bacci apre la discussione evidenziando come alla Caterpillar vada dimostrata unità d’intenti da parte delle istituzioni a favore dei lavoratori,

La società dimostra di avere un atteggiamento di chiusura, soprattutto per quanto riguarda i tempi. Al momento c’è infatti un’azienda fortemente interessata all’acquisizione del sito produttivo, che però necessita di tempistiche medio-lunghe per vedersi effettivamente realizzata.”

Concorda con Bacci anche il presidente Acquaroli, il quale sottolinea come sia “anomala” la chiusura di un sito produttivo di un’azienda che produce utili.

Il tavolo al Mise è una vittoria delle istituzioni e soprattutto dei lavoratori della Caterpillar. Ritengo la vicenda surreale, questo non è il nostro modello perchè per noi le specificità e le maestranze sono fondamentali anche per l’impatto socio-economico che essi hanno nel nostro territorio”.

Legame con il territorio sottolineato anche dal presidente della provincia Carnevali: “Dietro questo evento traumatico c’è un intera comunità rimasta ferita dalle modalità di azione dell’impresa.

E’ innegabile la preoccupazione per i risvolti sociali di questa situazione, per questo ci vuole del tempo per evitare che le famiglie rimangano senza uno stipendio e contemporaneamente valutare la bonarietà delle offerte presentate”.

Unanimità ha ricevuto la mozione firmata da tutti i capigruppo del consiglio comunale, che impegna l’Amministrazione ad adoperarsi per evitare licenziamenti e che trae origine dalla delibera del Consiglio comunale stesso del 26 gennaio scorso.

Tutte i rappresentanti delle istituzioni e i lavoratori si sono soffermati sull’importanza di trovare un accordo che preveda la concessione di tempo da parte della società e che deve essere raggiunto entro il 23 febbraio, giorno della scadenza della procedura avviata dalla multinazionale americana il 10 dicembre, e giorno a partire dal quale l’azienda ha la possibilità di avviare i licenziamenti.

Per questo motivo sono stati convocati due tavoli: uno al Ministero dello sviluppo economico e l’altro in Regione Marche, rispettivamente per il 21 e il 22 febbraio. WhatsApp Image 2022-02-17 at 19.12.34 WhatsApp Image 2022-02-17 at 19.12.35 WhatsApp Image 2022-02-17 at 19.12.56

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.