Costanza e Federico, è amore per la coppia di falchi nella piazza dell'Imperatore | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Costanza e Federico, è amore per la coppia di falchi nella piazza dell’Imperatore

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto di Elisabetta Ciriaci

JESI – Notizie dal tetto del campanile del complesso San Floriano, nel cuore di Jesi. La coppia di falchi pellegrini, battezzata con i nomi di Costanza e Federico dall’associazione Falconieri di Federico II che l’ha scoperta, hanno scelto la piazza dell’Imperatore per il loro nido.

La squadra, composta da Gianluca Tiroli, Nicola Marasca e Marco Micheli, da circa un mese e mezzo osserva i cieli per studiare i movimenti dei rapaci. Sono loro ad aver posizionato, grazie alla collaborazione del Comune, un apposito nido artificiale all’ultimo piano del campanile, ovvero una casetta di legno appoggiata al davanzale, studiata nei dettagli e perfettamente appropriata alle esigenze dei rapaci, per offrire loro un luogo adatto dove nidificare.

Si è temuto molto per la coppia durante la settimana del grande freddo, tra neve e gelo, ma con il ritorno delle belle giornate i falchi sono tornati a far sognare la città nella piazza dell’Imperatore:  «Ora è certo! Federico e Costanza stanno corteggiandosi nel nido artificiale che abbiamo sistemato loro nel Campanile del Complesso San Floriano – fanno sapere i falconieri di Federico II – La prima a coppia di falchi pellegrini nidificanti in un ambiente urbano della regione Marche».

Proprio perché hanno scelto di insediarsi in un luogo urbano, i Falconieri hanno pensato di realizzare un nido artificiale capace di offrire un habitat consono alla coppia cosicché possano continuare a vivere indisturbati e mettere “su famiglia”. La prolificazione dei falchi permetterebbe allo stesso tempo e in modo naturale di attenuare il problema dei piccioni in centro.

La coppia appare legata e ha scelto il nido artificiale per deporre e allevare la prole: «Adesso i nostri amici Costanza e Federico frequentano il nido solamente nelle ore serali, entrano, fanno dei corteggiamenti e si accoppiano sul tetto del Campanile – spiegano il team di Gianluca, Nicola e Marco – Questa fase lascerà poi subentrare la fase successiva di deposizione e una successiva di cova e allevamento della prole».

Per lo schiudersi delle uova bisognerà attendere un paio di mesi.
Intanto, i Falconieri di Federico II annunciano che il 6 maggio racconteranno la storia di Federico e Costanza in una conferenza apposita presso il Museo Federico Secondo a Jesi.

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.