Bacci: «Si chiude un anno complesso tra obiettivi raggiunti e progetti futuri» | Password Magazine

Bacci: «Si chiude un anno complesso tra obiettivi raggiunti e progetti futuri»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «Si chiude un anno complesso che lascerà un segno indelebile su tutti noi». Così il sindaco Massimo Bacci parla alla città, nell’ultimo giorno di questo difficile 2020, rivolgendo un pensiero a chi ha perso i propri cari,  alle categorie più fragili, a chi vive stato indigenza, agli anziani e ai giovani che hanno visto completamente stravolte le loro abitudini.

«Ci aspettano un inverno è una primavera difficile anche dal punto di vista economico per questo rivolgo un pensiero alle lavoratrici e ai lavoratori e agli operatori economici – prosegue Bacci – . Il nostro Comune ha svolto un ruolo importante a supporto e sostegno dei più fragili, in collaborazione con la Protezione Civile, con gli operatori sanitari e in particolare con quelli che operano nella prevenzione e con le forze dell’ordine»,

Bacci parla di obiettivi raggiunti e anche di progetti per il futuro che inizia domani. «Il nostro impegno sarà quello di continuare a stare al vostro fianco pur nelle difficoltà oggettive che dovremmo superare».

Ecco le opere in programma per il 2021:

  •  6.200.000 €  per la ricostruzione del Ponte San Carlo, perché a Jesi si deve entrare ed uscire in assoluta sicurezza;
  • 6 milioni € per la realizzazione della nuova scuola Lorenzini;
  • 6 milioni €  per la ristrutturazione Casa di Riposo;
  • 5.085.000 € per la nuova illuminazione cittadina, per risplendere con più luce e meno consumi.
  • 4.300.000 € per il Nuovo Palascherma, per fare di Jesi la sede della nazionale di Fioretto e di manifestazioni internazionali,
  • 3.660.000 € per la pavimentazione del Corso Matteotti;
  • 2.350.000 € per la riqualificazione di Piazza Federico II e Piazza della Repubblica, finanziamento garantito ma opera sottoposta ipotesi referendaria
  • 2.000.000 € per l’adeguamento sismico della scuola Borsellino,
  • 1.500.000 € manutenzione strade e marciapiedi,
  • 1.350.000 € nuova scuola infanzia di via del Verziere;
  • 1.065.000 € riapertura teatro Moriconi e complesso San Floriano;
  • 1.030.000 € nuovo centro per l’Alzheimer
  • 950 mila € completamento della scuola Martiri della Libertà
  • 935 mila € completamento loculi cimitero
  • 588 mila € per la riqualificazione ecologica delle sponde fluviali dell’Oasi di Ripa Bianca
  • 500 mila € per la nuova struttura disabili alle ex giuseppine per ospitare in una Casa Protetta chi non potrà più essere accudito dai propri genitori;
  • 450 mila  € riqualificazione del centro ambiente per recuperare i rifiuti riciclabili in un luogo sicuro e accessibile;
  • 250.000 € nuovo ascensore a Palazzo Battaglia.

Inoltre sono previsti gli interventi di abbattimento del vecchio ospedale, opere alla stazione ferroviaria, installazione della fibra ottica alla zona industriale, realizzazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche.

«Siamo in attesa di ricevere conferme di finanziamento per adeguamento sismico scuola Garibaldi – fa sapere il sindaco -, per il risanamento conservativo del cavalcavia, la ristrutturazione palestra Carbonari, l’installazione di videosorveglianza San Giuseppe e nei parchi, abbattimento barriere architettoniche su scuole edifici e spazi pubblici. Il tutto ovviamente senza dimenticare i più fragili con 7 milioni di euro da destinare ad anziani, disabili, minori, povertà e disagio insieme alla collaborazione dell’Asp ambito 9».

Una chicca da non perdere, prevista a marzo-settembre 2021, sarà la mostra Raffaello-Colocci, due protagonisti nella Roma del Cinquecento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.