Al Piccolo di Jesi va in scena «La chiusura del cerchio» | Password Magazine

Festival Pergolesi

Al Piccolo di Jesi va in scena «La chiusura del cerchio»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Locandina
La locandina della pièce

JESI Si accendono le luci al teatro Il Piccolo di Jesi, nel quartiere San Giuseppe, dove il 10 aprile, alle 17.30, andrà in scena La chiusura del cerchio del regista e autore Stefano Stronati. La pièce è l’interpretazione teatrale dell’omonimo libro pubblicato l’anno scorso dallo stesso Stronati, edito da Affinità elettive. La serata rientra nel ciclo di eventi per lo I.om. e avrà un costo di cinque euro.

A interpretare l’opera ci saranno lo stesso Stefano Stronati e Dante Ricci, con le voci fuori campo di Mugia e Mauro e l’accompagnamento musicale al pianoforte di Serena Stronati, mentre il coordinamento di audio e luci sarà gestito da Marco Santarelli.

La chiusura del cerchio è una storia forte e semplice allo stesso tempo. Parla dell’esperienza dell’autore con il cancro e, come scrive nel libro: «Ogni riga o ruga è lì dove deve stare, perché il volto rivela con grazia impudica chi siamo stati e chi saremo: funamboli in equilibrio su un filo sospeso tra cielo e terra. E anche se il filo ondeggia paurosamente, noi galleggiamo lì sopra. Questo è il limite, e questa è la nostra forza. Perché l’equilibrio è sempre un miracolo».

Stronati è originario di Jesi e ha pubblicato in carriera diversi libri.  Il dottore delle farfalle (Pequod, 2007), Solo gocce (Affinità elettive, 2019), Oltre (Affinità elettive, 2020), La chiusura del cerchio (Affinità elettive, 2021), quest’ultimo appunto in procinto di entrare in scena al teatro jesino.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.