Cantucci fatti a mano, croccante e gustosa chiusura pasto

INCONTRIAMOCI IN CUCINA

A cura della dott.ssa Letizia Saturni –Nutrizionista e Health Coach

Abbiamo da poco lasciato il ghiotto-grasso Carnevale ed allora … qualcosa di secco ci vuole: cantucci fatti da me.

Attingendo alla tradizione toscana i cantucci rappresentano una ideale-croccante quanto gustosa chiusura pasto, soprattutto se tuffati nel vin santo!

Gli estimatori si interrogano sui segreti di questi biscotti così speciali la cui ricetta originale e avvolta da leggenda e mistero ma … ecco la mia versione.

INGREDIENTI – 30 cantucci

265g farina [mix dolci senza glutine]

180g zucchero

1 limone

2 uova

0.5g ammoniaca per dolci

10g marsala

30g burro

In una ciotola rompere le uova e grattugiare la buccia di 1 limone; montate le fruste e sbattere il composto.

Aggiungere l’ammoniaca per dolci e amalgamare bene.

Aggiungere lo zucchero ed amalgamare bene.

Aggiungete il morbido burro.

Nel frattempo

  • scaldate il forno a 180°C

Aggiungere a poco-a-poco la farina fin quando l’impasto non diventerà troppo denso per le fruste.

Trasferire l’impasto su un tavolo lavoro e continuare ad aggiungere farina impastando a mano.

Aggiungere le mandorle pelate ed il marsala.

Quando l’impasto è omogeneo fate dei pezzi e formate dei piccoli filoncini.

Adagiate ciascun filoncino su una teglia precedentemente ricoperta con un foglio di carta da forno.

Infornate per circa 30 minuti.

Prima che raffreddino fate delle fettine e disponetele nella teglia.

Infornate di nuovo fino a tostatura desiderata.

Una volta raffreddati sono un ottimo dolce secco e qualora ne avanzasse qualcuno possono essere mantenuti nella biscottiera della nonna o in un barattolo di vetro chiuso e decorato. Io ho fatto così 😉

Provate e fatemi sapere!

Per appuntamento: 347 4351576 – www.letiziasaturni.it

1 Commento su Cantucci fatti a mano, croccante e gustosa chiusura pasto

  1. Letizia, piacciono anche a me. Non parliamo dei tuoi, che non ho mai assaggiato. Solo che io li inzuppo in un bicchierino di Zibibbo. Faccio male???

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*