Integrato e adottato il piano triennale delle opere pubbliche

JESI – La Giunta comunale, nella seduta odierna, ha adottato lo scheda di programma triennale delle opere pubbliche, per un investimento complessivo di circa 36 milioni di euro. Rispetto a quanto già anticipato dal sindaco Massimo Bacci e dall’assessore ai lavori pubblici Sergio Garofoli, il piano è integrato con 800 mila euro (buona parte tramite finanziamento regionale) per interventi lungo l’asta del fiume Esino volti a ridurre il rischio idrogeologico e riqualificare la pista ciclabile e con 7,5 milioni di euro per la realizzazione del centro intermodale passeggeri, di cui 5,5 milioni legati al bando sul Piano nazionale delle città promosso dal Ministero delle Infrastrutture e 1,9 milioni con fondi privati.

Complessivamente nel corso del prossimo anno, il piano prevede interventi destinati prevalentemente alla manutenzione di marciapiedi e strade, alla realizzazione dell’impianto di risalita lungo costa Mezzalancia e via Mazzini, alla sistemazione degli edifici scolastici e degli impianti sportivi, alla riqualificazione dei giardini pubblici di viale Cavallotti, alla realizzazione di impianti di videosorveglianza, alla sistemazione del cimitero.

Le risorse saranno reperite dal corrispettivo per la gestione dei parcheggi a seguito della nuova gara, da oneri di urbanizzazione e, per quanto attiene al cimitero, dai proventi della vendita di loculi. Sono inoltre previsti interventi in project financing per realizzazione di parcheggi interrati a Porta Valle, piazzale delle Conce, viale Papa Giovanni XXIII (sotto il Carducci), della prima parte della Cittadella dello Sport nel complesso sportivo di via Tabano e del nuovo campo di rugby.

La Giunta, nella stessa seduta, ha ridefinito anche il piano delle assunzioni del personale comunale: a fronte delle 16 cessazioni di lavoro nel corso del 2012, sono state autorizzate 3 assunzioni, una ciascuna per l’ufficio tributi, i servizi demografici ed i servizi tecnici.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*