“La moglie di mio padre”, l’educazione sentimentale secondo Franco Duranti

Il nuovo romanzo dell’autore jesino

JESI – Difficile staccare gli occhi dalle pagine de La moglie di mio padre. L’ultimo romanzo di Franco Duranti, appena sfornato da Sedi Editore, è l’intensa e conturbante storia di una relazione impossibile, quella tra uno studente e una quarantenne.

L’attrazione fatale tra la fascinosa donna e l’atletico adolescente si trasforma in una vera e propria educazione sentimentale di quest’ultimo, sino ad allora solo un neofita dell’eros e dei suoi segreti. Nel caldo torrido di una desolata estate dorica, i due amanti si possiedono clandestinamente, sia nei confronti della fidanzatina di lui e dei suoi amici che dell’ignara famiglia. Sullo sfondo, il presentimento di un ineluttabile copione, quello di un amore a tempo, destinato a interrompersi in modo brusco come era cominciato. Nel finale a sorpresa, l’inconfessabile segreto presenterà un conto salato, che solo la raggiunta maturità del protagonista riuscirà in parte a far metabolizzare.

Appuntamento con l’autore domenica 27 ottobre a palazzo Bisaccioni, con la presentazione a  partire dalle ore 17.30. Modera il giornalista Giovanni Filosa, con la partecipazione dello psicologo e psicoterapeuta Claudio Fratesi, dell’editore Alessandro Seri e il commento musicale di Leonardo Bolognini e Claudio Durpetti.

A cura di Marco Torcoletti

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*