Al via Similitudini Festival, la rassegna jesina dedicata alla Poesia - Password Magazine

Festival Pergolesi

Al via Similitudini Festival, la rassegna jesina dedicata alla Poesia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Al via Similitudini Festival, la rassegna che si propone di indagare la Poesia da diverse angolature ed attraverso l’incontro con altre arti, in programma dal 16 al 18 settembre alla biblioteca Planettiana di Jesi

Dopo l’anticipazione del primo headliner, il rapper Murubutu, è ora svelato il programma completo della sesta edizione della manifestazione, ideata e promossa dall’associazione Liberi Pensieri di Trecastelli, in collaborazione con il Comune di Jesi e la biblioteca Planettiana di Jesi. La kermesse si aprirà venerdì 16 settembre alle 18:30 con l’inaugurazione dell’installazione Poemanzia: il cortile della biblioteca sarà trasformato in un oracolo poetico. Si proseguirà poi alle 21.30, in sala Maggiore, con il talk con Murubutu, dal titolo Scelgo le mie parole con cura, a cui seguirà l’esecuzione di alcuni brani live

Il tema dell’edizione 2022 è Rivelatrice come la poesia, e pone al centro, appunto, la rivelazione, a cui si ispira l’intero cartellone. «La poesia grazie alla sua brevità, ed alla presenza in numerosi ambiti della vita delle persone, può permettere di capire un concetto e di vivere delle vere e proprie epifanie», ha spiegato Alessandro Moscatelli, direttore artistico della rassegna insieme a Nicoletta Carnevali

Sabato 17 settembre alle 18:30, sempre alla sala Maggiore, si prosegue con la conferenza con degustazione di vini In vino: parole e assaggi sulla verità tra letteratura, poesia e filosofia, con l’enologo delle Tenute Pieralisi Simone Schiaffino ed il filosofo Giovanni Frulla. «Il vino sa rivelare la verità, come recita il motto latino che dà il titolo all’iniziativa. Durante la conferenza degustazione – ha illustrato Moscatelli –, i relatori analizzeranno il tema della verità, cardine di questa edizione, proponendo delle suggestioni tratte dalla filosofia, dalla letteratura e dalla poesia». Alle 21:30 appuntamento con Corpi e note: concerti di armonie, con il codirettore artistico del Festival, Alessandro Moscatelli ed i ballerini del Gruppo Danza Oggi

La rassegna si chiude domenica 18 settembre alle 18:30 con l’inaugurazione della mostra The Book of People, realizzata in collaborazione con l’artista Stefano W. Pasquini. Quest’ultimo appuntamento è la conclusione del progetto lanciato lo scorso maggio, nell’ambito dell’ExtraFestival di Similitudini 2022: un contest di poesia durante il quale i partecipanti hanno spedito una propria poesia originale dedicata ad una persona cara, includendo un‘immagine del proprio caro. Le dieci poesie vincitrici e le immagini ad esse corredate sono diventate poi dei dipinti su tela 40×50, realizzati da Pasquini. Le opere saranno esposte nella mostra allestita nella sala Maggiore della Biblioteca Planettiana, e sono state pubblicate nel catalogo dell’artista.

«Anche quest’anno – ha affermato Nicoletta Carnevali, codirettrice del Festival – siamo riusciti a costruire, grazie anche alla collaborazione del Comune di Jesi, un cartellone di grande qualità, caratterizzato anche dalla varietà delle proposte artistiche, quali ad esempio la danza, che per la prima volta entra a far parte del programma, senza dimenticare i due nomi di grande rilievo: Murubutu, rapper, cantautore e docente noto e seguitissimo, che fa della propria parola lo strumento mediante cui diffondere cultura, e Pasquini, artista davvero unico nel suo genere».

«Uno dei punti di forza di Similitudini, che in qualche maniera lo rende sempre più interessante e fruibile, insiste nella scelta dei linguaggi e delle modalità di comunicazione. Contaminazioni, connessioni con varie arti, linguaggi antichi fusi con altri moderni e contemporanei, codici di accesso adeguati anche a giovani e giovanissimi, rendono la rassegna accessibile e funzionale a una platea ampia e variegata. In tal modo la poesia può entrare nelle vite di tutti e tutte e farci scoprire come possa essere una compagna di vita utile e quotidiana, bella e necessaria». Queste le parole dell’Assessore alla Cultura del Comune di Jesi Luca Brecciaroli.

Tutti gli eventi sono gratuiti. Per l’appuntamento con Murubutu, il 16 settembre, è consigliata la prenotazione. Prenotazione obbligatoria per l’evento del 17 settembre alle 18.30. 

Info e prenotazioni: info.similitudini@gmail.com o planettiana@comune.jesi.an.it, 0731 538345 (orari biblioteca). 

 

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.