Cresce l'attesa per la "Festa del vi' de Visciola" a San Paolo di Jesi (dal 16 al 18 ottobre) | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Cresce l’attesa per la “Festa del vi’ de Visciola” a San Paolo di Jesi (dal 16 al 18 ottobre)

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

SAN PAOLO DI JESI – Cresce l’attesa per la sesta edizione della “Festa del vi’ de Visciola”, unica in Italia, diventata in pochi anni uno degli eventi dell’autunno marchigiano più apprezzati e partecipati. L’appuntamento è a San Paolo di Jesi, nel cuore della Vallesina, dal 16 al 18 ottobre. Una festa che celebra un prodotto d’eccellenza, il vino di visciola, sempre più amato perché capace di regalare piacere al palato ma anche perché di tendenza, sinonimo di genuinità e buon vivere.

Nel fine settimana organizzato nel suggestivo borgo collinare dalla Pro Loco, con il patrocinio del Comune, si celebra anche un’altra ricorrenza unica in Italia: la Cavata delle zitelle. Nella giornata di domenica 18 ottobre protagoniste saranno le giovani non maritate del paese. Si ripete, così, un rito ultracentenario, il cui scopo è l’assegnazione di una dote in denaro a due giovani, così come prescritto, agli inizi del Settecento, dal reverendo don Antonio Agabiti. Non una semplice rievocazione degli antichi usi contadini, dunque, ma un atto concreto, con cui si tiene fede ad un testamento e si assegna a due ragazze fra i diciotto e i 28 anni, non ancora sposate, una somma di 516 euro. Le zitelle animeranno la festa con la gara di pigiatura, ma non solo. Come delle vere e proprie protagoniste di una fiaba saranno accompagnate, dal sindaco Sandro Barcaglioni, dalla sede comunale alla piazza centrale del paese con una carrozza trainata da due cavalli bianchi.

Insomma, a decretare il successo della festa – capace di far registrare, nell’edizione 2015 ben 15 mila presenze in tre giorni – è la sua unicità, il suo legame con la tradizione, oltre al fatto che riserva divertimento, musica e attrazioni.

A lavorare da settimane per accogliere al meglio i visitatori è una squadra formata da quasi cento volontari della Pro loco, con il suo presidente Marco Tozzi. Sono loro che apriranno le cantine e i locali del centro storico da adibire a locande, dove saranno serviti piatti a base di visciola e non solo. I cibi della tradizione, cucinati al momento, spazieranno dalla polenta alle olive ascolane, dagli gnocchetti di crema al coniglio in porchetta, dalle tagliatelle ai dolci, accompagnati ovviamente dal vino di visciola.

Una dimostrazione dell’attenzione e della cura degli organizzatori sono anche gli addobbi del centro storico e l’immagine di Bacco che saluterà chi entra in paese. E poi ci sono il carro dei “Viscioli del fuoco” che distribuirà vino a volontà, l’ingresso gratuito ai concerti, i mercatini e il bus navetta, anch’esso gratuito, che collegherà il mega parcheggio ricavato nella zona industriale con il centro storico.

Il via alla festa lo darà, alle ore 19 di venerdì 16 ottobre, il concerto di Cristiana & Bad boys. La notte sarà lunga e proseguirà con la musica di complessi e cantanti di grande richiamo come i Lennon Kelly. Una giovane band salita alla ribalta in pochi anni e capace di fondere l’anima romagnola e una vena punk-rock con la musica irlandese. A salire sul palco venerdì saranno anche Jolebalalla raggae, dj Red House music e dj Edo Ska music.

Nel pomeriggio, nella Bottega del Vino, in piazza della Chiesa, si terrà un convegno dal titolo “Vino di visciole: evoluzione di un prodotto di qualità ed opportunità imprenditoriali”, organizzato dal Comune e dalla Pro Loco con il patrocinio della Provincia di Ancona e della Regione Marche.

Sabato 18 ottobre ancora musica (dalle 19) con Baticum band, Mortimer Mc Grave e Eusebio Martinelli & Gipsy Abarth Orkestar. Marinelli, virtuoso trombettista emiliano, accenderà la piazza con il suo caratteristico sound: una contagiosa miscela di musica tzigana e balcanica. Un artista importante, che ha collaborato negli anni con nome quali Negramaro, Demo Morselli e che suona dal 2006 nella band di Vinicio Capossela. A rendere speciale il sabato sera della festa del vino di visciola ci penserà anche Paolo Noise, il dj e conduttore di Radio 105, con il suo talento naturale per la comicità. La musica proseguirà fino a notte inoltrata con dj Salah afro music e dj Red house music. L’atmosfera sarà davvero magica perché la piazzetta dove si terranno i concerti sarà allestita come una vera e propria discoteca, con lo spegnimento dell’illuminazione pubblica che sarà sostituita da fasci di luce ed effetti cromatici come un vero e proprio “locale dance” ma sotto le stelle.

La giornata di domenica 19 ottobre si aprirà alle 16 con la sfilata delle zitelle e la gara di pigiatura. La musica sarà quella folk de “La Martinicchia”, e quella commerciale italiana dei “Divieto di sosta”.

 

Comunicato da Pro Loco San Paolo di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.