Moie: Primo Laboratorio sugli Strumenti della Tradizione Pasquale | Password Magazine

Festival Pergolesi

Moie, primo laboratorio sugli strumenti della Tradizione Pasquale

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE –  Dopo la Celebrazione del Giovedì Santo, la Messa in Coena Domini, le campane delle chiese cessano di suonare per tornare a squillare la domenica di Pasqua. Dai ricordi riemerge il rumore delle Battistangolestrumenti idiofoni consistenti in tavolette di legno dotate di una maniglia, che avevano sul davanti due battenti di metallo da agitare velocemente contro una fila di borchie piantate nel legno, capaci di produrre un suono penetrante e cupo. Anche la raganella è uno strumento idiofono costituito da una ruota dentata di legno che fatta girare attraverso una manovella, pizzica con i denti una lamella anch’essa di legno, producendo un caratteristico rumore simile al gracidio delle rane, da qui il nome di Raganella.

I giovani solitamente i chierichetti le impugnavano e suonavano in sostituzione delle campane legate, quando per le strade cittadine si doveva annunciare la Liturgia del Venerdì Santo con l’inizio dei riti della Passione e della Morte di Cristo. Nei giorni martedì 12 aprile dalle 17 alle 19 e mercoledì 13 aprile dalle 18 alle 19 si svolgerà il primo laboratorio sugli strumenti della Tradizione Pasquale. Claudio Federici e Bruno Ciamberlini guideranno i presenti a realizzare la battistangola e la raganella in maniera artigianale come avveniva in passato. Il laboratorio si terrà presso la Sala Capitolare dell’Abbazia benedettina di Santa Maria. L ’intento è quello di tramandare le belle tradizioni pasquali alle giovani generazioni. L’iniziativa è sostenuta dalla Parrocchia Santa Maria delle Moje. Per informazioni: 3356753184

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.