Solidarietà alle famiglie in difficoltà grazie a Ce.Di. Marche e Caritas | Password Magazine

Solidarietà alle famiglie in difficoltà grazie a Ce.Di. Marche e Caritas

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESICirca 5000 pacchi donati alle famiglie più bisognose, di cui 480 solo nella Vallesina: questo il risultato ottenuto dal progetto di solidarietà tra CE.DI.MARCHE , società proprietaria della catena di supermercati “Sì con te”, in collaborazione con Caritas Marche Caritas Chieti  e Caritas Teramo.

«La volontà di aiutare supera ogni ostacolo. Questo è quanto ci ha dimostrato la collaborazione con CE.DI. che ha avuto un’ottima intuizione. I risultati visibili sono stati ottenuti in poco tempo, e questo progetto è solo una piccola goccia in un oceano pieno di azioni di solidarietà che si possono fare per le famiglie e gli utenti più fragili» spiega Marco D’Aurizio, Presidente della Fondazione Caritas Jesi e delegato di Caritas Marche.

 

Per tutto il periodo natalizio infatti, le famiglie in difficoltà economiche sono state omaggiate di pacchi spesa, realizzati direttamente dai collaboratori dipendenti di CE.DI., contenenti non solo beni di prima necessità, ma anche beni secondari in grado di scaldare i cuori durante le passate festività, come per esempio torroni o panettoni, per un totale di circa 25 prodotti per pacco.

«Queste situazioni di disagio erano presenti anche prima, con il covid sono state accentuate. Che questo progetto sia di stimolo per altri privati, per generare un volano di solidarietà e beneficenza in tutto il territorio. Gli stessi imprenditori e collaboratori hanno investito il loro tempo nella realizzazione del progetto, sentendosi parte della catena di solidarietà, la cui distribuzione è stata poi affidata nelle mani della Caritas» afferma Enzo Santoni, Direttore Generale di CE.DI .

Lo stesso Direttore Marketing di CE.DI, Sauro Sasso, conferma la grande operosità dei supermercati “Sì con te” nel realizzare questo nobile gesto: «La complicità nell’attuare questa solidarietà si è evidenziata in ogni punto vendita: tutti si sono sentiti utili, hanno investito il loro tempo e professionalità per rendere attuabile un progetto così bello».

Una macchina della solidarietà che non si interromperà ora, come affermato dal Presidente CE:DI MARCHE, Silvio Moroni: «Come avvenuto nei precedenti periodi di difficoltà, come per esempio durante il terremoto in Abruzzo, abbiamo voluto dare il nostro contributo anche quest’anno. Stiamo assistendo ad una crisi sanitaria, diventata poi anche una crisi sociale, per cui ci sembrava doveroso aiutare le famiglie in difficoltà. Non interromperemo sicuramente qui la collaborazione con la Fondazione Caritas. Il nostro obiettivo è quello di farci emulare da chi può concretamente dare una mano».

A cura di Giovanna Borrelli

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.