Biodigestore, l’Ata sceglie Jesi e valuta Monte Roberto per altro impianto

JESI – L’Ata sceglie Jesi per la realizzazione del biodigestore e scarta Maiolati e Fabriano come altre possibili soluzioni. La comunicazione è stata data stamattina dal sindaco Massimo Bacci, a seguito dell’assemblea Ata avvenuta ieri alla sede Ata, in zona Zipa, con i sindaci di 47 comuni della provincia. Inoltre, è stata avviata la progettazione per un impianto di spazzamento a Monte Roberto.  «Tornerò all’Ata per chiarirmi, non erano questi gli accordi – ha detto il sindaco di Jesi – Si era detto che la città avrebbe preso tempo per valutare la fattibilità».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*