Piscina comunale, accordo trilaterale per salvaguardare l'attività agonistica

JESI – Un accordo trilaterale tra Comune di Jesi, Nuova Sportiva e Marche Nuoto per garantire lo svolgimento dell’attività agonistica 2014 presso l’impianto G. Bocchini di Jesi.

Una manovra che servirà a tamponare, fino a giugno, le problematiche sorte al cambio di gestione della piscina comunale, passata negli ultimi mesi del 2013 dalla società Marche Nuoto alla Nuova Sportiva, che ha vinto l’ultimo bando e che organizzerà le attività attraverso l’associazione Team Marche Cis.

Il nuovo appalto aveva permesso al Comune di Jesi di chiudere una situazione diventata non più sostenibile sotto il profilo economico, fondata su accordi presi dalla precedente Amministrazione e che prevedeva un contributo annuo di 145 mila euro alla Marche Nuoto destinati alla sola gestione dell’impianto, versando oltre 1 milione e quattrocento mila euro in dieci anni.

La gestione appena subentrata – che permetterà al Comune di incassare dai 10 mila a 20 mila euro nel triennio 2014-2016, per un totale di 45 mila euro – rischiava però di compromettere le attività agonistiche messe in piedi da Marche Nuoto e i notevoli risultati raggiunti nelle discipline Master, pallanuoto, under 17 e nei campionati regionali e nazionali FISDIR e FINP per i diversamente abili.

Il nuovo accordo prevede l’impegno da parte del Comune di Jesi di pagare gli spazi d’acqua per Marche Nuoto, fino a giugno 2014, per un importo di 55 mila euro, destinati direttamente alle casse di Team Marche. Quest’ultima a sua volta chiuderà un occhio sul tariffario, rinunciando ad oltre 20 euro per consentire lo svolgimento delle attività agonistiche di Marche Nuoto.

Un’operazione approvata all’unanimità da tutte le forze politiche in sede di Consiglio comunale che, però,  ha l’aria di non risolvere del tutto il problema ma solo di procrastinarlo a metà dell’anno, quando sarà necessario individuare nuove soluzioni per mantenere in piedi l’attività agonistica.

a cura di Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*