Presepi artistici, al pubblico piacciono le esposizioni della Natività

JESI – Pezzi unici, realizzati con pazienza e passione da artigiani del territorio. Tanta gente sta approfittando delle feste per visitare chiese e locali che ospitano i presepi artistici. Rappresentazioni curate nei mini dettagli per celebrare la nascita di Gesù in ceramica Raku al Museo Diocesano  e alla Chiesa di San Savino, dalle 17, con le straordinarie ambientazioni della Confraternita Jesina Mastri Presepai. Presi d’assalto sul Corso Matteotti i presepi dei fratelli Mario e Gilberto Muscoloni e di Riccardo Pierini che saranno in mostra fino al 6 gennaio prossimo. Ai locali del civico 46 la Natività è stata realizzata in damigiane di vetro, tronchi, panieri con materiali di recupero ed è stata allestita una raccolta fondi per i terremotati che gli stessi espositori provvederanno a consegnare. “Un grande amore per l’opera, una instancabile fantasia e la continua pazienza. Il tutto riunito in un cuore credente. Perché la costruzione di un presepe non è un trastullo, non è un hobby, non è un perdita di tempo. Viene del profondo del cuore” recita un biglietto a margine delle opere che hanno catturato anche i più piccoli. Presepe in mostra anche alla chiesa Regina della Pace e a Moie per quello vivente nella splendida cornice dell’Abbazia benedettina di Santa Maria in programma i prossimi 6 e 7 gennaio, dalle ore 17 alle ore 20. Appuntamento con la tradizione e i circa cento figuranti per la rievocazione che è anche un asso indietro per la nostra provincia riscoprendone la storia e i costumi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.