Società Arcafelice, disposte le modalità di vendita

JESI – Sarà presto emanato dall’Amministrazione comunale l’avviso esplorativo per verificare se vi siano  manifestazioni di interesse all’acquisto di tutto o di parte della società agricola Arcafelice, la società interamente partecipata dal Comune che dovrà essere dismessa secondo quanto prevede la legge.

La Giunta, nella sua ultima seduta, ha infatti sollecitato gli uffici a dare esecuzione alla volontà già espressa dal Consiglio comunale di immettere sul mercato – nel suo insieme o in maniera separata –  l’intero compendio immobiliare e mobiliare di cui si avvale la società stessa. Si tratta di beni dal valore di circa 5 milioni di euro, costituiti dalla struttura aziendale e dalla stalla oltre ai 15 ettari annessi di proprietà del Comune (valore stimato circa mezzo milione), da animali, materie prime, scorte, macchinari ed attrezzature di proprietà di Arcafelice (quasi 900 mila euro comprensivi dei titoli Pac) e 200 ettari di terreno in affitto da Progettojesi distribuito su sei distinte aree per un controvalore complessivo di oltre 3,5 milioni di euro.

Successivamente alla manifestazione di interesse, e sulla base della stessa, sarà disposta un’asta pubblica che prenderà in considerazione la vendita o in maniera unitaria o con i frazionamenti che il mercato lascerà intravedere.

Come evidenziato nel Consiglio comunale del dicembre 2013, la società agricola Arcafelice, oltre a registrare sofferenze e criticità per la gestione pubblica, deve essere obbligatoriamente dismessa dal Comune. Questi, infatti, in base alla legge, “non ha più possibilità di mantenere una società avente per oggetto attività di produzione di beni e servizi non strettamente necessarie per il perseguimento dei propri fini istituzionali”. E l’allevamento e la vendita di carni ed altri prodotti agricoli “sono attività commerciali poco attinenti alle funzioni fondamentali di un Comune”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*