Tour da brividi, i cinque luoghi più infestati nella provincia di Ancona

Week end da paura nelle Marche? Halloween è alle porte e per chi è in cerca di brividi ecco dove andare. Secondo una ricerca svolta dal team di Ghost Hunters, il 5% dei luoghi più infestati d’Italia si trova proprio nella nostra regione, con la provincia di Ancona che tiene alta la media.
Ecco le case che, secondo leggende popolari, sono popolate di spiriti.

Palazzo Benincasa di Ancona. Si dice che i piani superiori del Palazzo Benincasa, in via della Loggia, nel centro storico di Ancona e oggi sede della biblioteca, siano visitati dallo spettro di una ragazza morta 150 anni fa. Il fantasma si manifesta attraverso il suono di un pianoforte. Una figura spettrale femminile si aggirerebbe anche dietro le quinte del Teatro le Muse.

La Giana, alla Fontanina di Camerano. Una sorta di fata o una figura fiabesca femminile, non si sa bene se benefica o malefica, posta a custodia delle sorgenti. La “Giana”, secondo il racconto degli anziani, si sarebbe manifestata a diverse persone del paese che si recavano ad attingere acqua con le brocche prima della distribuzione idrica nelle abitazioni. La donna apparirebbe al tramonto, mentre danza sospesa in aria, ragion per cui la gente per un certo periodo ha smesso di recarvisi all’imbrunire.

Villa Montedomini, situata su una collina in zona Falconara Marittima. Antica di almeno due o tre secoli, fu la residenza estiva del conte Ferretti. Per raggiungerla è necessario percorrere un lungo sentiero di 222 scalini, cinto da due file di cipressi. La villa è privata (e dunque per legge inaccessibile) e la presenza di fenomeni paranormali ne avrebbero causato l’abbandono negli anni.

Palazzo Vallemani, a Serra San Quirico. E’ tra le case considerate più infestate delle Marche con più leggende e segnalazioni a suo carico. Sembra che proprio qui, durante la Seconda Guerra Mondiale,  morirono 20 persone, incluso il Conte Vallemani che secondo una leggenda maledì gli assassini. Sulla villa, nel tempo, iniziarono a circolare storie su questa magione: video fatti nella villa risultarono essere tutti neri e con una musica di violino di sottofondo. Segnalati anche rumori di catene, ombre, vento improvviso, grida e anche strane figure dietro le finestre.

La Mansueta a Jesi. Nella top five delle case più infestate della provincia di Ancona ci sarebbe anche questa casa colonica settecentesca, dispersa tra le colline di Jesi e nota come La Mansueta. Le presenze si manifesterebbero attraverso il rumore dei passi, luci e suoni provenienti dal nulla. E poi colpi sulle porte, cani che mugolano verso angoli precisi della casa, suoni e rumori. Talvolta si sentono anche spostare dei mobili.

 

1 Commento su Tour da brividi, i cinque luoghi più infestati nella provincia di Ancona

  1. Se mi posso permettere, Villa Vallemani non appartiene al comune di Serra San Quirico,ma al comune di Mergo. Guardando la mappa catastale della residenza si vede in maniera inequivocabile, via Montironi, Mergo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*