Matt Cancelleria
Vai al Sito

A Jesi, “500 sabbie in mostra” a Palazzo dei Convegni

JESI – Tanti piccoli pezzi di mondo racchiusi in vasetti: “500 Sabbie in mostra” – in realtà i contenitori sono 505 – a Palazzo dei Convegni (sino al 24 aprile, 10.00/13.00 e17.00/20.00), sono uno spaccato curioso e allo stesso tempo affascinante di tanti luoghi da noi anche lontanissimi.
La collezione di Dino Mariotti, infatti, è un originale modo di portarci a contatto con il Sahara e con il deserto del Namib, o con le spiagge tropicali ma anche con quelle di Puglia e Sardegna.

Dino Mariotti

“Sono 30 anni che faccio questa raccolta – spiega –  mi piace viaggiare e ogni volta riporto con me un pugno di sabbia. Ovviamente se posso prenderlo, perché chiedo sempre se si possa fare. Ad esempio  nello Yosemite National Park, in Usa, c’è un laghetto con sabbia bianchissima che mi sarebbe piaciuto molto aggiungere alla mia collezione. Ma i Ranger non permettevano nessuna raccolta, e così ho dovuto rinunciare”.
Dino mostra con orgoglio il vasetto (vedi foto) dove raccolse la sua prima sabbia: “Ero nel Magreb tunisino, ho iniziato da lì, come ricordo del luogo dove ero stato in visita. Poi ho capito che il piacere che sentivo nel collezionare potevo condividerlo con gli altri e questa è la quinta mostra che faccio”.


Ha iniziato nel 2010 al liceo classico jesino, infatti, poi via via a Rosora, nella sede dell’Archeoclub cittadino, all’istituto alberghiero di Loreto e a Palazzo dei Convegni con l’esposizione in corso inaugurata ieri.
I vasetti con le sabbie provenienti da tutto il mondo sono numerati e corrispondono su un planisfero ai luoghi dove sono state raccolte. Inoltre, alcuni campioni, accuratamente predisposti, possono essere ammirati nel dettaglio attraverso un microscopio a disposizione dei visitatori.
“Con l’ingrandimento si scopre davvero tutto un altro pianeta”.

1 Commento su A Jesi, “500 sabbie in mostra” a Palazzo dei Convegni

  1. Buongiorno
    Complimenti per la sua collezione
    Ho raccolto ormai 400 sabbie da tutto il mondo ma non ho ancora trovato un programma mac per gestirle e catalogarle.Mi potrebbe aiutare ?
    Grazie Antonio

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*