Asp investe su migrazione e disabilità, il bilancio 2023 - Password Magazine

Asp investe su migrazione e disabilità, il bilancio 2023

JESI – L’Azienda Servizi alla Persona Ambito 9 rende noto il suo bilancio preventivo per il 2023. Il progetto di welfare sul territorio registra la percentuale di investimento più cospicua sul fronte migrazione (35% del totale), seguito dalle questioni legate alla disabilità (23%) e case di riposo di Jesi, Apiro, Cingoli e Staffolo (19%). Col valore della produzione in continua crescita dal 2016, alle attività di Asp contribuiscono enti pubblici e privati. A beneficiare dei suoi servizi nel 2021 sono state 5716 persone, in calo di circa 1700 unità rispetto all’anno precedente per via delle conseguenze del Covid-19. L’anno scorso non sono stati, per questo, riproposti i contributi statali di aiuto alle famiglie.

«Il 2020 è stato l’anno dei contributi economici provenienti dallo Stato – sottolinea il direttore Franco Pesaresi – Non siamo di fronte a una riduzione di utenti, solo non abbiamo più quei contributi». E prosegue evidenziando due dati rilevanti: «I nostri dipendenti sono 68, a cui si aggiungono i 676 delle cooperative, per un totale di 744 persone che lavorano su questo territorio. Inoltre tutti i sei progetti del Pnrr ci vedono beneficiari e vincitori di bandi, cosa che non è accaduta in tutte le Marche».

«Un grande lavoro sempre in crescita – aggiunge il presidente dell’assemblea dei soci Sandro Barcaglioni – È molto importante che il nostro ambito sia capofila, significa che c’è fiducia nel nostro lavoro» ed evidenzia la rilevanza del centro Alzheimer: «San Paolo di Jesi è comune campione, anche a sostegno di una popolazione che invecchia e che peggiora dal punto di vista cognitivo».

«Il nostro progetto di welfare sul territorio tiene conto delle esigenze che stanno cambiando –  annota la presidente di Asp Ambito 9 Gianfranca Schiavoni – La popolazione giovane è fortemente diminuita, mentre sono aumentate le persone sopra ai 65 anni. Prevalgono famiglie di tre persone e la popolazione straniera è in calo, rappresentando ad oggi il 2,9%». Restano al centro della progettualità individuo e famiglie: «Verranno potenziati il centro estivo per bambini di 2-5 anni e i centri di aggregazione giovanile. Sarà poi introdotto un protocollo per intercettazione e gestione di minori vittime di violenza e attivato un servizio di incontri protetti». Prosegue anche il progetto “Family Coach”, che prevede l’inserimento di un esperto all’interno delle famiglie con necessità o in condizione di povertà. Verrà inoltre aperto il nido per l’infanzia “Il Piccolo Principe”.

Tra le aree attenzionate disabilità e sostegno ad anziani non autosufficienti. «Sport e persone con disabilità, è un focus che ci interessa molto – ha ricordato Pesaresi – Inseriamo ragazzi con disabilità in un corso tenuto dall’Aurora, dove fanno calcio in modo strutturato. Abbiamo inoltre concluso una convenzione per il taekwondo e presso altre società sportive». In aumento le esigenze dell’area disagio e povertà, alla quale vengono destinati il fondo per lotta alla povertà e il servizio di Housing first, che prevede l’inserimento di senzatetto in appartamento.

Rivolte ai giovani le attività di prevenzione a gioco d’azzardo, violenza di genere e dipendenze digitali, tra cui i progetti “Digital Guru” e, nelle scuole, “Un patentino per lo smartphone”.

Anche quest’anno l’Asp gestirà l’accoglienza di persone ucraine, con attività di educazione linguistica e progetti di inserimento scolastico e lavorativo. Tra le esigenze crescenti anche quella di un’apposita progettualità sui gruppi Lgbt, in aumento anche in correlazione ai fenomeni migratori.

Conclude l’assessore ai servizi sociali Samuele Animali: «La questione demografica è quella centrale per i prossimi anni, non solo in Italia ma anche in Europa e nel mondo. La spesa sociale diventa allora una spesa di investimento, per costruire il futuro attraverso i servizi».

A cura di Angela Anconetani Lioveri

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.